Attualità e Mercato

pubblicato il 15 luglio 2015

Con Scuola Moto per imparare a riparare moto e scooter

Conoscere la meccanica non basta, bisogna anche saperci mettere le mani. Con questi corsi divisi per moduli è facile imparare

Con Scuola Moto per imparare a riparare moto e scooter

La passione per i motori si distingue da tante altre (musica, cinema, calcio, ecc.) perchè ha una importante base tecnica che integra moltissimi principi scientifici, principalmente di fisica e chimica. Il motociclista, quello più preparato e fanatico, conosce molto bene le dinamiche che fanno muovere la moto e quelle che la fanno stare su strada, ma non sempre sa mettere le mani sulla sua moto per ripararla o modificarla. Per fortuna c'è la Scuola Moto che punta a colmare questa - per molti grave - lacuna.

Imparare le basi è importante

Si tratta di un'iniziativa portata avanti da un gruppo di professionisti delle due ruote con riconosciuta esperienza come meccanici e istruttori. In questa situazione si mettono a disposizione per dei corsi di tecnica meccanica in locali con attrezzature specifiche per insegnare agli appassionati come riparare e intervenire sulla meccanica e la ciclistica della propria moto o del proprio scooter. 
Riportando testualmente la descrizione delle attività che vengono svolte: "Nei nostri corsi i partecipanti hanno la possibilità di eseguire lavorazioni che oggi vengono definite "amatoriali", ma che fino agli anni '90 erano eseguite da professionisti di comprovata esperienza e che col diminuire dei prezzi del nuovo, le rottamazioni, ecc. si sono progressivamente perse fino a non ricordare più come eseguirle. Il valore aggiunto dei nostri corsi amatoriali sta proprio nella cultura della riparazione."

Perchè saper aggiustare è anche cultura

La "cultura della riparazione" è un concetto che ben conosce chi è stato adolescente dagli anni '80 in giù. Quando tutto era più semplice e la meccanica era molto basilare, tutti potevano mettere mano sul proprio mezzo senza il bisogno di essere ingegneri elettronici o avere attrezzature digitali costosissime. I giovani dagli anni '90 in poi hanno perso questa capacità e la voglia di sporcarsi le mani, più per effettiva impossibilità di imparare (quando già esistevano le iniezioni elettroniche e l'impossibilità di toccare la moto per paura di perdere la garanzia) che per pigrizia o disinteresse. 
Se volete tornare "alle basi", questo corso potrebbe essere quello che fa per voi. I locali si trovano a milano e c'è la possibilità di partecipare a singoli moduli giornalieri o a un corso completo di 120 ore. Le lezioni iniziano a ottobre e qui potete trovare il calendario con i prezzi e la descrizione dei singoli moduli. 

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , anticipazioni , corsi-di-guida


Top