Test

pubblicato il 5 luglio 2015

BMW F 800 R (2015): perché comprarla... e perché no [VIDEO]

Frontale rivoluzionato e aggiornamenti a ciclistica e meccanica per la naked bavarese

Se dal 2008 ad oggi oltre 40.000 clienti hanno scelto la naked bavarese un motivo ci sarà. Per il 2015 la BMW F 800 R si rinnova totalmente, senza rivoluzioni ma le differenze non sono difficili da trovare. Il questo #perchécomprarla infatti vi mostreremo dove questa bicilindrica si è aggiornata visto che, oltre al look, anche ciclistica e meccanica hanno subito alcuni aggiornamenti per migliorare ulteriormente l'usabilità di questa nuda. Quali? Scopriteli nel VIDEO!

Addio faro sdoppiato

Più moderno, ma anche meno "ardito. Il frontale della F 800 R abbandona infatti  il doppio proiettore squadrato e asimmetrico per lasciare spazio a un più convenzionale faro a sviluppo verticale, dotato di due feritoie ai lati e di una piccola unghia che funge da deflettore dell'aria. Ulteriori modifiche riguardano i nuovi fianchetti con convogliatori d'aria all'airbox mentre al posteriore si nota un nuovo faro a LED che poi del tutto nuovo non è visto che deriva dall'ultima R 1200 GS raffreddata ad aria.

Meno strappi, più confort

Mai fermarsi alla prima occhiata. Se infatti ciclistica e meccanica non sembrano rivoluzionate, le novità sotto la pelle ci sono! La nuova R porta infatti in dote una nuova forcella a steli rovesciati tarata per sopportare il pavè cittadino senza risultare cedevole quando iniziano le curve. Sempre in tema di ciclistica, il telaio a doppio trave in alluminio è più lungo e aumenta il passo di 6 mm, mentre la nuova inclinazione della forcella di +1° modifica anche l'avancorsa da 91 a 100 mm con una distribuzione dei pesi ora al 50/50. 
Passando al motore bicilindrico parallelo da 798 cc, sono stati aggiornati albero motore, pistoni, bielle, valvole e alberi a camme e una nuova taratura della massa oscillante, hanno limitato lievemente le vibrazioni agli alti regimi, che comunque - come spiegato nel VIDEO - rimangono avvertibili. La potenza però arriva a toccare i 90 CV a 8.000 g/min, con una coppia motrice di 86 Nm a 5.800 g/min. L'erogazione è ora più dolce e senza strappi in basso, molto piacevole nell'uso quotidiano dove si possono apprezzare anche consumi eccellenti, con percorrenze spesso e volentieri ben oltre i 20 km/litro.

Prezzi e accessori

8.970 euro. Sì, avete letto bene, quetsa naked di BMW costa meno di 9.000 euro ed è disponibile in quattro colorazioni. Certo, come per tutte le BMW, la lista optional è impressionante ma anche se si "esagera" il listino non lievita alla stessa misura delle cugine boxer. Per la moto provata da Andrea infatti - dotata dei pacchetti Dynamic, Touring, Safety e antifurto - il prezzo è di circa 10.800 euro, borse laterali escluse. Peccato solo per il controllo di trazione che, come molte concorrenti, è di serie su moto di questo segmento. 

Per saperne ancora di più su pregi, difetti e concorrenti, guardatevi il nostro #perchécomprarla!

Autore: Redazione

Tag: Test , bicilindriche , test


Top