Epoca e Classiche

pubblicato il 25 maggio 2015

La Münch-4 TTS-E si aggiudica il Best of Show a Villa d’Este

Importante riconoscimento per l'eccentrica moto tedesca del 1973 al Concorso d’Eleganza

La Münch-4 TTS-E si aggiudica il Best of Show a Villa d’Este

L'edizione 2015 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este ha permesso a tantissimi appassionati di automobili e moto di ammirare, ancora una volta, grandi rarità storiche e prototipi dallo spirito futuristico, come ad esempio la Concept 101 di BMW. Gli amanti delle due ruote hanno avuto modo di rifarsi gli occhi con le moto presenti nel weekend appena trascorso all’interno di questo celeberrimo evento comasco vi era infatti anche la Münch-4 TTS-E, insignita del Trofeo BMW Group (il primo premio assegnato dalla Giuria, ovvero il Best of Show) dedicato alle moto storiche.

Motore quattro cilindri da 1.177 cc

Dotata di un motore quadricilindrico da 1.177 cc, la Münch ha visto la luce grazie alla volontà di Friedel Münch, che a partire dal 1966 iniziò a lavorare sul progetto di un motore tedesco di grande cubatura da poter produrre in serie. Per poter realizzare questo sogno egli partì dall’unità impiegata per muovere la NSU Prinz TT (ovvero un quattro cilindri dotato di raffreddamento ad aria), rielaborando la stessa in alcune sue caratteristiche e dotandola di una trasmissione al passo coi tempi.
Al fianco di tale propulsore, Münch vi mise anche un nuovo telaio realizzato su misura e dotato di telaietto posteriore supplementare, nonché un forcellone ed un cerchio posteriore realizzati in Electron. Tali soluzioni permisero a questo modello di rimanere per anni la moto di serie più veloce e potente del pianeta: la Münch-4 TTS-E fu infatti la prima due ruote al mondo in grado di sviluppare 100 CV di potenza massima.
Grande soddisfazione quindi per Alessandro Altinier, il proprietario di questo esemplare del 1973 esposto a Villa Erba, che ha condiviso la gioia del poter osservare un veicolo a lui appartenente premiato a Villa d’Este con il fortunato possessore di una Ferrari 166 MM, insignita invece dell’ambitissima Coppa d'Oro (ovvero il primo premio, assegnato tramite Referendum, dedicato alle auto storiche).

Autore: Redazione

Tag: Epoca e Classiche , epoca


Top