Special e Elaborazioni

pubblicato il 20 maggio 2015

Vuoi una Honda VFR750R RC30? Costruiscila!

La base è quella di una VFR750, il risultato finale stupefacente. E sognare costa poco: da 4.500 euro, moto esclusa

Vuoi una Honda VFR750R RC30? Costruiscila!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 1
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 2
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 3
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 4
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 5
  • Honda RC30 Replica economica - anteprima 6

"Volete anche voi una Honda RC30 ma non ve la potete permettere? Sappiate che se avete una VFR750 il sogno si può realizzare” Comincia così il testo di un singolare annuncio apparso su Ebay, con tanto di immagini esplicative che lasciano poco spazio all’interpretazione.
Siamo andati a fondo alla questione, contattando l’inserzionista e facendoci spiegare nel dettaglio la sua iniziativa. L’artefice del progetto è Marco Careddu, 40enne appassionato di Canelli (Asti): “ho avuto una RC45 e ancora mi maledico per averla venduta” sono le sue prime parole, un attimo prima di raccontarci la sua creazione. “Ho preso una vecchia VFR750 con forcellone monobraccio e ho cominciato a lavorarci su. La moto era ridotta a un rottame, così l’ho sistemata e ho investito molte ore su Ebay alla ricerca dei pezzi necessari alla trasformazione. Inoltre, tanti, tantissimi particolari me li sono autocostruiti”.

Fatta in casa, ma riproducibile

L’effetto ottico che vediamo in foto è incredibile: l’immagine che ritrae la “RC30” di Marco con a fianco un modello originale della storica Superbike Honda dà una idea chiara del lavoro certosino che si nasconde dietro a questa realizzazione. Spogliata delle sovrastrutture originali, la VFR750 adotta un “vestito” in vetroresina firmato Cruciata.
Il faro anteriore deriva da una CBR 900 RR del 1992, mentre sempre da una Fireblade, ma del 1997, proviene il quadro strumenti. Il serbatoio è quello di una Honda NC30, ovvero la versione 400 cc della 4 cilindri a V Honda, e sempre dalla piccola V4 arriva il telaietto posteriore e il codone, vista la necessità di confermare la sella a due posti (“per portare mia moglie”) non prevista sull’originale VFR750R. Tra le modifiche più impegnative, la realizzazione dell’airbox, ottenuto modificando l’originale al fine di adattarlo alle striminzite misure del serbatoio NC30.
Per i semimanubri, invece, Marco ha optato per spostarli sotto alla piastra di sterzo, alzando contestualmente il posteriore della moto di ben 4,5 cm per ottenere un perfetto bilanciamento. Il telaietto della carenatura è fatto a mano in tubi di acciaio piegati e saldati, mentre il silenziatore di scarico originale è stato spostato sul lato sinistro grazie all’adozione di due collettori creati ad hoc. Non subendo modifiche strutturali, la moto rimane perfettamente omologata per la circolazione stradale.

Poca spesa, tanta resa

Una domanda ci sorge spontanea: il tutto è davvero riproducibile come suggerito nell’annuncio? “Certamente! Bisogna avere un po’ di pazienza, trovare i pezzi online e assemblare il tutto. Se qualcuno ha una VFR750 monobraccio (i modelli dal 1991 al 1998 - ndr) posso rifare lo stesso identico lavoro e consegnare la moto finita. Non è il mio lavoro, sono un semplice appassionato, però assicuro che il risultato è quello che potete vedere in foto”. Stando all’esperienza di Marco, il recupero di tutti i pezzi necessari e la (certosina) possono avere indicativamente un costo pari a 4.500/5.000 euro. Se sognate una Honda RC30 ma non ve la potete permettere, questa è l’occasione che stavate aspettando!

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , tuning , special , curiosità


Top