Novità

pubblicato il 15 maggio 2015

Yamaha NMAX 125 2015

Cresce la famiglia scooter della Casa di Iwata: telaio sportivo e design aggressivo

Yamaha NMAX 125 2015
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 1
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 2
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 3
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 4
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 5
  • Yamaha NMAX 125 2015 - anteprima 6

La Casa di Iwata porta al debutto nel segmento degli scooter da 125 cc lo Yamaha NMAX, che arriverà nelle concessionarie a partire dal mese di giugno in tre colorazioni (Power Red, Frozen Titanium, Milky White eMidnight Black) proponendosi di andare a conquistare i cuori di quegli scooteristi in cerca di un mezzo capace di muoversi con agilità nel traffico, stilisticamente gradevole e dai costi contenuti.

Telaio sportivo

Dotato di strumentazione LCD e di gruppi ottici a LED, nonché di un vano sottosella in grado di accogliere un casco integrale, il nuovo scooter nipponico sfoggia un telaio inedito con struttura di tubi in acciaio di diametro ridotto e con un tunnel centrale che nasconde il serbatoio, e supporti motore  “linked type” con tamponi in gomma per limitare le vibrazioni.

Cuore da 125 cc a 4 tempi

L'NMAX trova il suo cuore pulsante in un’unità monocilindrica da 125 cc a 4 tempi raffreddata a liquido  a quattro valvole con sistema ad attuazione variabile (VVA). L'alzata delle valvole e la fasatura è regolata dal VVA in funzione dei giri del motore allo scopo di favorire dolcezza d’erogazione e contenimento dei consumi, che il costruttore giapponese promette essere contenuti entro un valore di 45,7 km/litro. L'albero a camme è di tipo high-lift, oltre ad un trattamento antiattrito dei cilindri denominato DiASil, che si pone l’obiettivo di ridurre le perdite energetiche, mentre radiatore e ventola posti sul fianco del motore puntano a liberare spazio per i piedi del pilota.

In arrivo a giugno

Ma non è tutto: Yamaha NMAX porta con sé l’ABS di serie e i freni a disco da 230 mm di diametro sia all’avantreno che al retrotreno, ove troviamo dei cerchi da 13 pollici rispettivamente gommati 110/70 e 130/70, nonché una forcella tradizionale ed un doppio ammortizzatore da 90 mm di escursione.

Ancora sconosciuto il listino italiano, che verrà comunicato a ridosso dell’arrivo nelle concessionarie, anche se è possibile ipotizzare un prezzo d’attacco intrigante.

Autore: Redazione

Tag: Novità , scooter


Top