Attualità e Mercato

pubblicato il 28 aprile 2015

Prezzo benzina: rincari costanti e si salirà ancora

La crisi nel golfo dello Yemen sta facendo schizzare il prezzo del petrolio e di conseguenza quello di benzina e gasolio

Prezzo benzina: rincari costanti e si salirà ancora

Vi sarete accorti di come il prezzo di benzina e diesel sia schizzato in alto nell'ultimo periodo, tornando ai valori del 2014 nel giro di appena due mesi, dopo un inverno di tranquillità e prezzi al ribasso. Dietro tutto ciò c'è, ovviamente, una crescita del prezzo del petrolio che si riassesta ai valori di dicembre scorso a causa delle tensioni nel Medio Oriente, precisamente nello Yemen, dove passano 3,8 milioni di barili al giorno.

Il petrolio continuerà a salire

Anche questa settimana qualche aumento si è fatto sentire, con i prezzi delle più importanti compagnie che rimbalzano fra +1 e +2 cent al litro. Nello specifico, venerdì Eni ha tracciato la strada e in questi giorni la seguono Tamoil (+ 1 cent/litro sui due prodotti), IP (+1 e +0,8 cent), Q8 (+1 e +2 cent) e TotalErg (+1 cent per verde e gasolio). Quotidiano Energia indica un prezzo medio ul territorio nazionale che oscilla fra 1,603 e 1,632 per la benzina e fra 1,46 e 1,483 per il diesel. Le pompe no-logo hanno medie di 1,572 per verde e 1,434 per gasolio. 

E non è finita qui, perchè secondo gli analisti il prezzo salirà ancora. Dopo il crollo del prezzo al barile di inizio anno, ora il prezzo del Brent è di 64,3 dollari. Le previsioni però parlano di un conto a fine anno che vedrà un prezzo medio di 74,10 dollari, con Goldman Sachs che ipotizza 83,80 e ABN Amro addirittura 85 dollari. Se pensavate di risparmiare con il carburante nel 2015, vi consigliamo di cambiare subito idea.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , carburanti


Top