Curiosità

pubblicato il 23 aprile 2015

Lane Splitter: un'auto che si divide in due moto

È un folle progetto di un designer molto fantasioso, difficile da realizzare ma di sicuro interessante

Lane Splitter: un'auto che si divide in due moto

Il design è fatto da due diverse realtà: quella più funzionale che vede lo stile unirsi con la praticità e la possibilità di realizzazione in base alle regole del mercato e quella puramente artistica e visionaria come questo Lane Splitter, un mezzo che facciamo fatica a descrivervi con poche parole perchè non sarebbe categorizzabile in nessun settore dell'automotive. È un'auto, ma anche due moto, e ha gomme che si allargano e stringono all'occorrenza.

La fantasia oltre ogni limite

Le foto potranno senza dubbio spiegare meglio di qualsiasi parola, ma per farla breve Lane Splitter è un mezzo che si comporta come un'auto compatta quando unito, trasformandosi in due mezzi separati simili a delle moto quando viene diviso longitudinalmente per il centro. 

L'idea è stata sviluppata da un designer che ha lavorato per la NASA e che sperimenta in tutti i campi (sua anche l'idea del "drone ambulanza" che porta soccorso in qualsiasi luogo), che questa volta hanno pensato ad un mezzo con trazione posteriore e propulsione elettrica ovviamente affidata a due motori, uno per lato, necessario perchè il mezzo si divida e sia completamente autonomo. Ogni singola metà ha quattro gomme su una struttura ciclistica che facciamo fatica a capire se è in grado di piegare o meno.

I dubbi su un mezzo del genere sono parecchi, per esempio la reale utilità di un mezzo che da unico si divide in due separati è difficile da trovare e ci sembra molto improbabile riuscire a vedere le due metà ricongiungersi in marcia senza provocare grossi incidenti. Inoltre pensiamo sia impossibile omologare un mezzo di questo tipo sia come automobile che come moto, ma sotto sotto ci sembra una buona soluzione per i fidanzati che litigano spesso quando sono indecisi su dove andare a mangiare la sera.

 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , design


Top