Attualità e Mercato

pubblicato il 16 aprile 2015

Erik Buell Racing fallisce: buco da 20 milioni di dollari

La casa produttrice nata dalle ceneri della Buell chiude i battenti. Non sono arrivati importanti investimenti e i conti sono irrimediabilmente in rosso

Erik Buell Racing fallisce: buco da 20 milioni di dollari

Erik Buell Racing chiude per fallimento. Questa è la notizia arrivata nelle ultime ore che riguarda il produttore motociclistico americano nato dalle ceneri della Buell, dopo che Harley-Davidson ha deciso di chiudere la produzione. Una notizia inaspettata ma che non stupisce troppo dato l'incerto ingresso sul mercato. 

Lo stesso Erik Buell ha comunicato la triste notizia e ha spiegato i perchè di questa decisione: "La piega che ha preso la questione di recente è stata inaspettata, perchè eravamo sicuri di fare passi avanti. Eravamo certi di avere investimenti sicuri ma alla fine non sono arrivati in tempo. Dire che che sia semplicemente dispiaciuto non rende l'idea di come mi sento veramente. Sono grato a tutti i grandi lavoratori, i clienti e i venditori. E' una fine triste e personalmente spero sia anche un nuovo e migliore inizio"

Come dichiarato, sono mancati degli investimenti che Erik riteneva sicuri, per la precisione 20 milioni di dollari che sono il "rosso" lasciato sul conto dell'azienda. Facile immaginare che siano introiti non arrivati dall'unico grande investitore che ha supportato l'azienda nel suo lancio, l'indiana Hero Motor Corp. 

Le due parti hanno in essere un accordo per investimenti nella produzione delle EBR e nel reparto sportivo, in cambio di un aiuto nella ricerca e nello sviluppo per le moto Hero che verranno vendute in oriente. Di fatti, questa collaborazione era iniziata nel migliore dei modi, con l'ingresso sul mercato europeo e l'omologazione al campionato Superbike dove sta correndo la seconda stagione consecutiva. Nel mentre in India sono state presentate alcune sportive Hero di piccola cilindrata sviluppate dal team EBR.

Tutto quanto, ora, va in fumo e anche il sito internet è stato chiuso. La collaborazione rimane "a metà" e se dalla parte indiana le moto verranno comunque prodotte e vendute, dall'altra si chiude baracca e il marchio verrà molto probabilmente battuto all'asta. Si attendono informazioni sul futuro del team SBK, nel quale sta correndo anche il nostro Niccolò Canepa. Finirà la stagione o non lo vedremo già da questo weekend ad Assen?

 

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top