Abbigliamento

pubblicato il 30 marzo 2015

Nolan torna nella MotoGP dopo 2 anni di assenza

Il Gruppo italiano specializzato nella produzione di caschi torna nella classe regina del Motomondiale per proteggere il capo di 3 diversi piloti

Nolan torna nella MotoGP dopo 2 anni di assenza

Ci siamo! Finalmente si entra nel vivo del motociclismo su pista. Dopo un inverno passato a discutere di questa e quella moto, oltre che dell’uno o dell’altro pilota, le due categorie velocità più importanti hanno debuttato con dell'ottimo spettacolo per tutti gli appassionati, soprattutto nella splendida gara MotoGP del Qatar con tre italiani sul podio.

Luci sul Qatar!

Il primo weekend della Classe Regina ci ha portato svariate novità. Tra le prime vi sono ovviamente la Honda e Marc Marquez insieme ai motociclisti spagnoli che nel corso delle prove del venerdì hanno occupato le prime quattro posizioni, mentre tra le seconde vi sono una rinvigorita Ducati e due marchi al ritorno nella top class dopo anni di assenza, ovvero la Suzuki e l’Aprilia.

Ma ad effettuare un grande ritorno non sono solo Case motociclistiche e piloti, bensì anche produttori di caschi come il Gruppo Nolan, che rientra nella massima categoria della velocità su due ruote dopo due anni di assenza insieme a Marco Melandri e alla RS-GP e a Danilo Petrucci, altro portacolori del motociclismo italiano nel Team Pramac-Ducati, oltre a Stefan Bradl, che porta i colori della Yamaha del Forward Racing Team.

Non solo MotoGP

Ai riders elencati della Classe regina bisogna però aggiungere quelli delle “categorie minori”. Sempre dotati dei caschi marchiati Nolan sono infatti altri 9 piloti distribuiti tra Moto2 e Moto3, tra cui la spagnola Ana Carrasco, unica ragazza a prendere parte al Motomondiale. Ma il Gruppo Nolan non focalizza l’attenzione solamente sui piloti del Motomondiale: il marchio italiano protegge infatti le teste di ben 22 piloti all’interno dei Campionati Superbike, Supersport e Superstock.


A rappresentare la tecnologia Nolan in gara sarà il modello X-802R, impiegato dal collaudatore Honda (nonché ex Campione del Mondo) Casey Stoner, casco disponibile in commercio in diverse taglie e grafiche tra cui ovviamente quelle volte a replicare quelle adottate proprio di propri beniamini in pista, ovvero Melandri, Checa, Davies, Baiocco, Camier, Badovini e Magnoni.

Autore: Redazione

Tag: Abbigliamento , motogp , abbigliamento , caschi


Top