Attualità e Mercato

pubblicato il 27 marzo 2007

Moto Guzzi: anni record!

Due anni da record per la Casa di Mandello

Moto Guzzi: anni record!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 1
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 2
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 3
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 4
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 5
  • Moto Guzzi: anni record! - anteprima 6

Bellagio - "La crescita di Moto Guzzi, a seguito dell’ingresso nel Gruppo Piaggio  - dichiara Daniele Bandiera, Presidente e Amministratore Delegato di Moto Guzzi S.p.Aa -  è stata esponenziale: da meno di 4.000 unità prodotte nel 2004, alle 7.000 del 2005, fino al traguardo delle 10.200 moto registrato nel 2006, con una crescita di oltre il 46% rispetto all’anno precedente.

Questo obiettivo di crescita strutturale è stato conseguito con il costante aggiornamento della gamma, e con gli investimenti industriali volti al rinnovamento dello storico impianto produttivo di Mandello. Anche nel 2007, Moto Guzzi continua ad allargare l’offerta a nuovi segmenti di mercato.

Dopo la inedita proposta Griso, la tourer Norge 1200 e la sportiva 1200 Sport, apriamo oggi un nuovo capitolo: quello delle moto custom. La nuova Bellagio è una moto di avanguardia che unisce allo stile custom importanti contenuti tecnologici ed estetici. Il motore in una nuova cilindrata, la ciclistica raffinata, il design complessivo ne fanno una moto che non teme paragoni con più blasonati competitor del suo segmento. Con Bellagio Moto Guzzi fa un passo ulteriore nella crescita sui mercati internazionali, nella migliore tradizione di questo glorioso marchio italiano".

Moto Guzzi, la “Casa dell’Aquila”, viene costituita a Mandello del Lario il 15 marzo 1921, e dopo ottant’anni di storia gloriosa entra a far parte del Gruppo Piaggio (presidente e amministratore delegato Roberto Colaninno), leader europeo nei veicoli motorizzati a due ruote e tra i principali costruttori mondiali del settore.

Una acquisizione, quella del Gruppo di Pontedera, che alcuni maligni avevano definito come “l’inizio della fine” ma che invece ha donato nuova linfa e slancio alla Casa dell’Aquila, tanto che già nel marzo del 2005 viene presentata Breva 1100. Ma a destrare vero clamore, nel settembre 2005, è stato il lancio di Griso 1100, una moto che nasce all’insegna di scelte tecniche e stilistiche uniche. Breva e Griso sono offerte, a partire da aprile 2006, anche nella classicissima cilindrata Guzzi 850cc.

Nel maggio 2006, con Norge 1200, Guzzi torna al granturismo: protezione totale, ciclistica raffinata e nuovo bicilindrico 1200cc per divorare chilometri nel comfort totale, grazie alle dotazioni senza compromessi. Norge fa breccia nel cuore dei 14 giornalisti internazionali che nel luglio 2006 la portano fino a Capo Nord, 4.429 km sulla via tracciata dall’antenata dell’ing. Giuseppe Guzzi, la G.T. 500, nel 1928. E a riprova dell’amore che lega tutti i possessori di una Moto Guzzi, dal 15 al 17 settembre scorsi 15mila Guzzisti, provenienti da oltre 20 Paesi, hanno invaso Mandello del Lario per la quarta edizione delle GMG - Giornate Mondiali Guzzi. L'associazionismo Guzzi, guidato dal Moto Guzzi Club, è sviluppatissimo e registra una fedeltà senza eguali. Basti pensare che sono oltre 25.000 i soci di Moto Club di marca nel mondo, guidati dagli USA con 52 Club, e che sul web sono più di 70 i siti dedicati a Moto Guzzi.

Moto Guzzi non tradisce il grande affetto dei suoi appassionati e il cuore sportivo dell’aquila di Mandello torna a pulsare: nel marzo 2006, sul mitico circuito di Daytona, Gianfranco Guareschi centra una storica “doppietta” con due vittorie nella Battle of Twins. Successo bissato lo scorso 6 marzo, quando sempre Guareschi, in sella alla fedele Moto Guzzi, vince anche l’edizione 2007. Sulla scia dei successi d’oltre oceano, l’anima sportiva di Moto Guzzi si incarna in un nuovo modello, la 1200 Sport. Presenta nell’ottobre del 2006, la 1200 Sport è una “naked” di classe, ricca di personalità nel design, nella ciclistica e nell’ergonomia e spinta dall’ultima evoluzione del bicilindrico a V di 90° da 1.200cc.

Il 2006 è stato per Moto Guzzi un anno straordinario, conclusosi con il superamento del traguardo di 10.000 moto prodotte in un anno (risultato che mancava dal 1983), e con 10.200 unità vendute, per una crescita dei volumi del 46,4% rispetto al 2005.

Per il 2007 la casa di Mandello si dimostra più vitale che mai. Già a novembre del 2006, in occasione della 64° edizione di EICMA Salone di Milano, Moto Guzzi presenta la Griso 8V - evoluzione dell’affascinante “nuda” lariana equipaggiata con motore a 8 valvole da oltre 110 CV - e la Bellagio, una custom spinta da un bicilindrico 940cc. A febbraio del 2007, a Berlino, in occasione della convention mondiale dei dealer del Gruppo Piaggio, viene svelata l’esistenza di un nuovo progetto Guzzi, una grande enduro stradale dal nome evocativo: Stelvio.

Infine, il 26 marzo del 2007, nella splendida cornice del Lago di Como, Moto Guzzi dimostra una volta di più di saper mantenere le promesse: a pochi mesi dal salone milanese viene presentata alla stampa la versione definitiva della Bellagio, pronta ad entrare nella storia dell’Aquila e nel cuore degli appassionati.

Una storia, quella di Moto Guzzi, destinata a rinnovarsi di anno in anno con nuovi prodotti e grandi successi: a noi non rimane che complimentarci con i vertici del Gruppo Piaggio per l’eccezionale lavoro svolto sino ad oggi. Fa piacere vedere l’Aquila volare così in alto.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top