Attualità e Mercato

pubblicato il 16 marzo 2015

Assicurazione RCA, la fine del tagliando di carta

Dal 1° aprile 2015 scomparirà gradualmente il classico tagliando che sarà sostituito da...

Assicurazione RCA, la fine del tagliando di carta

Se ne parla da un pezzo e ora finalmente dovremmo esserci: dal° 1 aprile 2015 scomparirà gradualmente il tagliando dell’assicurazione RC auto. Ma allora, come avverrà il controllo che attesta il regolare pagamento? Tramite la targa del veicolo con il dispositivo Targa System (già in funzione in diversi comuni), che in pochi secondi permetterà ai vigili e agli agenti della Stradale di incrociare i dati presenti nei database delle Forze dell'ordine, del ministero dei Trasporti e della Motorizzazione Civile, accertando se la vettura sia in regola o meno. Questo sistema dovrebbe limitare la piaga dei veicoli che senza assicurazione, stimati in circa 4 milioni.

Quali rischi

Alla fine, l’assicurato si mette nelle mani della Compagnia. Se questa comunica alle varie banche dati che il cliente è in regola col pagamento, allora non ci sono problemi. Dovrebbe essere così, dovrebbe funzionare tutto in automatico. Ma se la Compagnia se ne "dimentica", il motociclista e l’automobilista potrebbero incorrere in problemi legali e burocraici, danto per scontato che la responsabilità sia della compagnia. 

Risultato

Così, spetta all’assicurato, se la Compagnia nulla ha comunicato, discolparsi una volta che la multa per circolazione senza RCA arriva a casa. Opporsi in questi casi non è mai semplice: c’è sempre la burocrazia dall’altra parte della barricata. Per non parlare dei possibili guai in caso di sinistro: si viaggia scoperti e si pagano tutti i danni. Massima prudenza: meglio accertarsi presso l’assicuratore che tutte le pratiche siano state svolte correttamente.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , assicurazione


Top