Attualità e Mercato

pubblicato il 14 marzo 2015

Pedaggi autostradali: pugno duro contro chi sgarra

Allo studio norme per colpire chi fa il furbo al casello

Pedaggi autostradali: pugno duro contro chi sgarra

In Italia i furbetti vincono sempre? C’è chi vuole evitare che questo accada. Come racconta lestradedellinformazione.it, va di moda lo scambio di ticket al casello, così che un guidatore viaggi gratis sulle autostrade a pagamento.

La legge oggi

La repressione penale dei furbetti di cui sopra può scattare perché la formulazione dell’articolo 176 comma 17 del Codice della Strada: sanziona chiunque ponga in essere qualsiasi atto al fine di eludere in tutto o in parte il pagamento del pedaggio. “Salvo che il fatto costituisca reato”. Ossia: fino a un certo punto c’è solo il verbale da Codice della Strada (circa 422 euro); da una soglia insù, ecco il Codice Penale. Il guaio è che la sanzione è pressoché inesigibile. Infatti, l’attività amministrativa di accertamento delle infrazioni stradali non ha certo a disposizione gli incisivi strumenti del Codice di procedura penale. Un altro esempio? Chiunque può dolosamente danneggiare, o peggio sabotare, la segnaletica stradale senza incorrere negli strali della legge penale, cavandosela con una sanzione pecuniaria di soli 41 euro.

Codice da rifare, ma...

La riscrittura del Codice della Strada è una straordinaria occasione di politica legislativa. Non solo per ripensare il sistema sanzionatorio interno (le norme di comportamento) ma, anche, per ridefinire i confini tra questo e il sistema penale. A dire il vero, i nostri politici mancano questa opportunità dal 2010, e all’orizzonte non si profila nessuna accelerazione. E neppure si vede in lontananza un controllo più mirato e serrato nei confronti dei gestori autostradali che non migliorano la sicurezza stradale: parliamo di guardrail e viadotti in particolare. Perché è giusto che il guidatore paghi il pedaggio; ma è pure giusto che il gestore, dopo essersi arricchito coi pedaggi di chi paga, migliori la sicurezza stradale.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , multe


Top