Sport

pubblicato il 6 marzo 2015

Aprilia, Reparto Corse: ecco la MotoGP 2015!

Finalmente vediamo la RS-GP di Aprilia in versione definitiva, ma c'è anche la presentazione SBK e STK 1000

Aprilia, Reparto Corse: ecco la MotoGP 2015!

La presentazione del reparto corse di Aprilia si è tenuta nella sede di Sky Italia a Milano. Mondiale MotoGP, Superbike e Superstock 1000 FIM Cup: sono le tre categorie in cui vedremo impegnate le V4 Aprilia. Il reparto corse è affidato all’Ingegnere Romano Albesiano che coordinerà le tre squadre. “Siamo dei sognatori, un po’ arroganti; tanto che il nostro obiettivo è vincere” dice il Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno.

E se il sogno ha basi concrete per il Mondiale Superbike (dove Aprilia è campione del mondo uscente) con Leon Haslam già vincitore di gara-2 a Phillip Island e Jordi Torres, più difficile è la sfida del Motomondiale in cui Aprilia torna dopo 11 anni di assenza.

Marco Melandri e Alvaro Bautista, MotoGP

“Sarei soddisfatto se nella seconda parte del campionato riuscissimo a lottare per posizioni intorno alla decima" dice Romano Albesiano “Sarà certamente un anno faticoso, di test e di sviluppo. Come è normale che sia ci sono ancora tanti problemi ma stiamo imparando molto. Sono soddisfatto di aver scelto di iniziare questa avventura con un anno di anticipo, perché nessun test ci avrebbe portato ai risultati che stiamo ottenendo ora. È stata una decisione rischiosa ma anche la più corretta per guadagnare al più presto competitività Alvaro ha fatto molto bene in questi test. Marco deve ancora adattarsi. Noi crediamo in Marco al 100%, vogliamo supportarlo e non abbiamo dubbi che ne verrà fuori bene”.

E se Alvaro Bautista sembra positivo e motivato, più complicata è invece la posizione del compagno di squadra Marco Melandri:“Non ho ancora trovato il giusto feeling con la moto, non riesco a guidare come vorrei. La mia difficoltà più grande sta nella gestione dell'avantreno: non riesco a chiudere le linee come vorrei, non riesco a fare dei giusti angoli di piega in percorrenza, dove mi sembra che la moto sia quasi imprevedibile. Sapevo sarebbe stato un anno difficile devo cambiare mentalità e correre senza aspettative di risultato concentrandomi solo sullo sviluppo. Nel cuore ancora la Superbike, dove il pilota sapeva di poter ottenere ottimi risultati Immaginatevi come sto, Aprilia ha deciso per me ed è inutile rimpiangere quello che non ho potuto decidere. Ora sono qui e farò del mio meglio per portare avanti questo progetto." 

La RS-GP è un progetto in divenire” dice Alvaro Bautista “anch’io non ho un gran feeling all’anteriore e ci sono ancora tanti tasselli da mettere in ordine ma la base della moto è buona, quest’anno mi limito a lavorare per ridurre il gap con gli altri team, l’anno prossimo sono certo che potrò ricominciare a sognare il titolo”.

Leon Haslam e Jordi Torres, Superbike

La salita è decisamente meno ripida per gli altri due progetti, Superbike e Superstock 1000. Romano Albesiano: "Il basamento, il carter-motore della RS-GP è lo stesso della moto di serie, quindi abbiamo lo stesso layout del nostro V4 che viene utilizzato per Superstock 1000, SBK e MotoGP. i piloti così possono crescere sulla stessa piattaforma tecnica, e noi siamo gli unici che hanno questa strategia. E penso che sia importante anche per i nostri clienti, che quando comprano la moto sanno che contiene parte del livello tecnologico della MotoGP."

In Superbike l’ambizioso obiettivo è ripetere il successo dello scorso anno con due piloti nuovi, Leon Haslam e Jordi Torres. Leon Haslam: “Mi sono innamorato subito della moto e a ogni giro il feeling cresceva. Il week end di Philip Island per me è stato perfetto. la moto si adatta perfettamente al mio stile di guida, erogazione, ciclistica motore. È una moto che mi rende il lavoro facile. Siamo sempre stati tra i più veloci insomma, un ottimo inizio". Jordi Torres: “Il mio obbiettivo per questa stagione è imparare a conoscere la moto e adattare il mio stile di guida a questa categoria. Ho un ottimo compagno di squadra che sono certo potrà lottare per il titolo e per farlo potrà contare su di me.”

Kevin Calia e Lorenzo Savadori, Superstock 1000.

I due piloti Italiani hanno provato pochi giorni fa la moto a Vallelunga: “È un circuito che ancora non mi consente di fare valutazioni precise sulla moto, soprattutto sulla (aumentata) potenza.” Dice Lorenzo Savadori “Tra poco ci sarà Aragon e lì avrò sicuramente informazioni in più. Il livello della Stock quest’anno è decisamente più alto e ci sarà molto da lottare, ma noi abbiamo un’ottima moto e io ho tanta voglia di prendermi delle rivincite sulla scorsa stagione. Avremo sicuramente la nostra da dire”

Kevin Calia viene dal CIV e ha le idee un pochino più chiare sulla nuova moto “Anche l’anno scorso era una moto fantastica, con un’ottima elettronica e telaio. La differenza con la moto nuova è comunque importante e si percepisce subito, devo abituarmi alle nuove gomme (lo scorso anno correva con le slick) ma i tempi sono già buoni. Sono molto felice”

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , piloti


Top