Sport

pubblicato il 24 febbraio 2007

Pirelli Diablo Side: DOHA

Biaggi come in 500: vince al debutto!

Pirelli Diablo Side: DOHA
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Pirelli Diablo Side: DOHA - anteprima 1
  • Pirelli Diablo Side: DOHA - anteprima 2
  • Pirelli Diablo Side: DOHA - anteprima 3

A Doha, sul circuito di Losail, è ufficialmente cominciata la stagione 2007 del Campionato Mondiale Superbike e Supersport. Molta attenzione anche grazie all’arrivo in campionato di Max Biaggi, in sella alla Suzuki del team Corona Extra.
La prima sessione di prove è stata sufficiente per capire che sarebbero state scintille, ed i tempi sono stati da subito decisamente interessanti.
James Toseland il più veloce in qualifica con il tempo di 1’58.6, ben 1,4” più veloce del miglior tempo con coperture da gara la scorsa stagione.
La superpole ha visto questo tempo migliorato ancora: Troy Corser ha realizzato il giro capolavoro fermando il cronometro con gomme da gara sull’ 1’58.402
Dopo i long run anche la prestazione assoluta: la nuova generazione di pneumatici DIABLO SUPERBIKE ha offerto una prova superlativa.

Domenica la pista si è presentata in condizioni buone, anche se leggermente diverse a causa della temperatura un po’ più bassa di quanto ci si aspettasse.

Race1:
AIR HUMIDITY - 56% 
AIR TEMPERATURE - 25°C
TRACK CONDITION - Dry
TRACK TEMPERATURE - 43°

Luce verde e gas spalancato. La prima staccata poteva essere uno dei momenti chiave della gara.. ed in parte è stato così.
Subito si sono delineate le posizioni con un gruppo composto dalle due Yamaha, la Suzuki di Biaggi e la Honda di Toseland che sembrava in grado di allungare. A cedere per prime le due Yamaha, mentre Max e James...facevano scintille.

Un duello lungo un’intera gara, con un ritmo di gara davvero incredibile. Max al 7° giro ha realizzato il miglior tempo (1’59.275) migliorando di 8 decimi il riferimento 2006, ma ancora più entusiasmante è stata la costanza di rendimento delle DIABLO SUPERBIKE. Al 18° passaggio Biaggi ha infatti segnato un 2’00.980, chiudendo la prima gara con una vittoria e abbassando il tempo di ben 21” rispetto al 2006.

Alle loro spalle Lorenzo Lanzi, di nuovo in forma dopo un fine stagione difficile, alla guida della Ducati 999 del team Ducati Xerox. Per lui una grande prova, su una pista non proprio congeniale al bicilindrico italiano.
Buone notizie anche per Neukirchner, capace di chiudere al 6° posto con la sua Suzuki del team Suzuki Germany.

Race Standings:
Rider Bike Team Race time
1 Biaggi Suzuki GSX-R 1000K7 Alstare Suzuki Corona Extra 36’10.115
2 Toseland Honda CBR1000RR Hannspree Ten Kate Honda +1.483
3 Lanzi Ducati 999 F07 Ducati Xerox Team +13.906
4 Kagayama Suzuki GSXR Alstare Suzuki Corona Extra +14.819
5 Bayliss Ducati 999 F07 Ducati Xerox Team +17.305 Race2:
AIR HUMIDITY - 44%
AIR TEMPERATURE - 26°C
TRACK CONDITION - Dry
TRACK TEMPERATURE - 47°

La seconda gara è iniziata come la prima: Toseland, le due Yamaha di Corser ed Haga, Biaggi. Questi Quattro piloti hanno subito allungato, segnando tempi fotocopia di Gara 1.
Quasi tutti i piloti avevano confermato la stessa scelta di Gara1, eccetto Haga (passato dalla soluzione C alla B al posteriore) e il Campioine in carica Troy Bayliss, qui in difficoltà (passato da A a C all’anteriore).

Toseland in Gara2 è stato perfetto, ed è rimasto al comando per l’intera gara. 18 giri ad un ritmo davvero impressionante, seguito da Max Biaggi e Troy Corser.
Il record di gara è sceso ulteriormente con il 4° giro di Max Biaggi: 1’59.194, e anche il tempo complessivo è migliorato, cancellando letteralmente i riferimenti della scorsa stagione.

3 diverse moto sul podio (Honda, Suzuki, Yamaha), e buone notizie anche in casa Kawasaki, che con Nieto chiude Gara2 in 5° posizione dopo la caduta di entrambi i piloti in Gara1.

Il Campionato è già entrato nel vivo, e mostra non solo una grande competitività ma anche un grande equilibrio prestazionale da parte di tutte le diverse Case. Equilibrio reso possibile anche grazie al grande lavoro di Pirelli, capace di sviluppare e produrre delle coperture che si adattano perfettamente alle diverse moto ed ai diversi stili di guida, assicurando al contempo eccezionali livelli di performance.

Race standings
1 Toseland Honda CBR1000RR Hannspree Ten Kate Honda 36’09.433
2 Biaggi Suzuki GSX-R 1000K7 Alstare Suzuki Corona Extra +0.738
3 Corser Yamaha YZF R1 Yamaha Motor Italia +7.386
4 Haga Yamaha YZF R1 Yamaha Motor Italia +14.984
5 Nieto Kawasaki ZX-10R Kawasaki PSG-1 Corse +15.033

Championship Standings
1 Toseland Honda CBR1000RR Hannspree Ten Kate Honda 45
2 Biaggi Suzuki GSX-R 1000K7 Alstare Suzuki 45
3 Lanzi Ducati 999F 07 Ducati Xerox 25
4 Corser Yamaha YZF R1 Yamaha Motor Italia 23
5 Kagayama Suzuki GSXR Alstare Suzuki 23
6 Haga Yamaha YZF R1 Yamaha Motor Italia WSB 21
7 Bayliss Ducati 999 F07 Ducati Xerox 19
8 Neukirchner Suzuki GSX-R 1000K7 Suzuki Germany 16
9 Xaus Ducati 999F06 Team Sterilgarda 13
10 Nieto Kawasaki ZX10 R PSG-1 Kawasaki Corse 11

Autore: L.Zaccomer x Pirelli

Tag: Sport , superbike , gomme , gare


Top