Attualità e Mercato

pubblicato il 7 gennaio 2015

Gogoro Smartscooter: l'elettrico che non bisogna ricaricare

Nessuna presa plug-in, basterà recarsi al distributore e sostituire la batteria con una già carica

Gogoro Smartscooter: l'elettrico che non bisogna ricaricare

La tecnologia elettrica ha aperto nuove frontiere per la mobilità sostenibile, un concetto che viene declinato in numerose tecnologie e soluzioni che aiutano l'utente che spende poco per i suoi spostamenti e aiuta a non inquinare l'atmosfera. Le idee ci sono, sono tante, ma ancora ci si deve scontrare con tempi di ricarica delle batterie piuttosto elevati e autonomie non eccellenti, per questo Gogoro ha inventato Smartscooter, lo scooter che non si ricarica mai... o meglio che noi non abbiamo mai la necessità di ricaricare.

Batteria di ricambio senza mai ricaricare

In realtà il discorso è meno criptico di quello che sembra: il nuovo progetto dell'azienda taiwanese è uno scooter elettrico a tutti gli effetti, dotato di batterie ricaricabili, ma che inserito in una rete cittadina sviluppata apposta per questo mezzo potrebbe portare molti vantaggi. Non servirà più attaccare la presa di corrente, ma basta recarsi in uno dei "distributori", togliere la batteria e sostituirla con una presa dall'apposito dispenser. Tempo totale 6 secondi per una nuova batterica carica al 100%

Il progetto si chiama Gogoro Energy Network ed è stato presentato al recente Consumer Electronics Show di Las Vegas. Questo scooter di dimensioni compatte è capace di 100 km/h di velocità massima e di 100 km di autonomia a 40 km/h di media. La potenza erogata è di 8,6 CV e 25 Nm di coppia massima. Gogoro ha ricevuto 150 milioni di dollari di investimento per lo sviluppo del progetto, ideato da Horace Luke e Matt Taylor, già a capo dell'azienda di smartphone e tecnologia HTC. Sarà la nascita di un nuovo modo di concepire l'elettrico?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , emissioni zero , moto elettriche


Top