Attualità e Mercato

pubblicato il 6 gennaio 2015

Meno incidenti nel 2014: "merito" della crisi?

I sinistri calano per la maggiore sicurezza o perché si viaggia anche di meno?

Meno incidenti nel 2014: "merito" della crisi?

C’è poco da festeggiare. Nel 2014, gli incidenti fuori città sono diminuiti del 6%: 73.688 incidenti rilevati da polizia stradale e carabinieri (4.671 in meno rispetto al 2013). Dello stesso segno anche le conseguenze, con 64 persone “salvate” (-3,6% deceduti) e 3.261 feriti in meno (-6% rispetto al 2013). Sono numeri da paura, in ogni caso. Primo: viaggiamo a ritmi infernali in quanto a morti e feriti. Secondo: se c’è il calo, è solo perché la crisi attanaglia le famiglie che rinunciano a viaggiare fuori città per arrivare alla quarta settimana del mese.

Tutor e Vergilius: una strage

L’utilizzo sistematico del Tutor, articolato su 322 siti su un totale di circa 3.000 km di autostrada, ha consentito di accertare, dal 1° gennaio al 30 novembre 2014, 426.960 violazioni dei limiti di velocità, con un aumento di quasi l’1% rispetto all’analogo periodo del 2013. Il sistema ha funzionato per 356.137 ore. Insomma, più controlli uguale più infrazioni rilevate: è logico. Già presente su alcuni tratti delle strade statali SS 1 Aurelia, SS 7 quater Domitiana e SS 309 Romea, dal 16 agosto del 2014 il sistema Vergilius è attivo anche sulla SS 145 var. Sorrentina. Nei primi 11 mesi del 2014 le ore di funzionamento del sistema sulle strade statali sono aumentate, rispetto allo stesso periodo del 2013, del 77% (da 9.823 a 17.381), mentre le violazioni dei limiti di velocità accertate (passate da 30.889 a 39.980) sono aumentate del 29,4%. Dal 18 luglio 2014 il sistema è attivo anche sui primi 50 chilometri dell’autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria, in entrambe le direzioni di marcia. A tutto novembre le ore di funzionamento sono state 16.269 e le violazioni accertate 30.430.

Alcol, fanno quello che possono

I conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test sono stati 1.569.003, di cui 26.471 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 1.890 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Poca cosa. D’altronde, c’è carenza di personale sulle strade: gli alcoltest e soprattutto i drogatest sono pochi.

Una possibile buona notizia

Altra notizia positiva potrebbe essere l’abbassamento importante delle tariffe Rca in relazione a questi risultati, se mai le Assicurazioni dovessero tenere conto di questi dati. In realtà, si assiste a tiepide diminuzioni dei prezzi Rca, e solo per i profili di assicurativi virtuosi, che non commettono sinistri, e che oltretutto abitano al Nord.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , incidenti


Top