Attualità e Mercato

pubblicato il 31 dicembre 2014

Cassazione, schiaffo ai multati seriali

Chi prende più multe per infrazioni identiche deve pagare

Cassazione, schiaffo ai multati seriali

Il Comune di Mantova perde in primo grado, perde in appello, ma vince in Cassazione: vedi sentenza numero 26.434 del 25 giugno 2014, resa nota il 16 dicembre 2014. Una guidatrice - in due anni, dal 2010 al 2012 - è entrata addirittura 94 volte in una Ztl senza avere il permesso. Ricevuti i verbali di accertamento di infrazione nel Comune di Mantova, ha chiesto e ottenuto, davanti al Giudice di pace, l’annullamento di una parte delle multe. Ideam in secondo grado, al tribunale.

Altro che vittoria…

Pareva che la signora avesse vinto: Giudice di pace e Tribunale avevano disposto che la guidatrice pagasse una sola sanzione pecuniaria per ogni singola data in cui erano state accertate le violazioni. Il tutto in base all'articolo 8 della legge 689/81: chi con un'azione o un'omissione vìola diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative o commette più violazioni della stessa disposizione, soggiace alla pena prevista per la violazione più grave aumentata fino al triplo.

Il no degli ermellini

Ma per la Cassazione, questa disciplina non è applicabile nei casi di una pluralità di violazioni commesse con altrettante condotte: l'articolo 198 del Codice della Strada stabilisce come, per quanto riguarda gli accessi illegittimi a Zone a traffico limitato, le sanzioni scattano per ogni singola violazione. Quando c'è un brevissimo scarto temporale tra due violazioni ai limiti di accesso alla zona a traffico limitato, il giudice deve valutare la possibile configurazione di una sola condotta di durata da punire.

Una batosta, un monito

È ovvio che siamo dinnanzi a un confronto impari. Da una parte il Comune, con il suo squadrone di avvocati e con le sue risorse, pronto ad andare in Cassazione; dall’altra il guidatore, che pensa di aver vinto in primo grado, deve attendere il secondo grado, e poi viene trascinato nel vortice del vizio di forma, sino alla sconfitta. Perché i Comuni, Milano insegna, prima di mollare il malloppo (due miliardi di euro l’anno di verbali!), bisogna proprio sconfiggerli sino in fondo. Spesso, servono legali adatti, tempo denaro che il cittadino non ha. E i Comuni ben lo sanno...

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , multe


Top