Sport

pubblicato il 25 dicembre 2014

700.000 euro per il commercialista di Valentino Rossi!

Un Natale salato per il Dottore, che però sta chiudendo antiche noie col fisco

700.000 euro per il commercialista di Valentino Rossi!

Il 2014 resterà un anno molto importante per Valentino Rossi: non solo il pesarese ha ritrovato la competitività in pista, ma si è anche potuto mettere alle spalle una volta per tutte la vicenda legata alla residenza fittizia che aveva preso a Londra. Come ricorderete, nel 2007 il "Dottore" si era visto recapitare una richiesta di ben 112 milioni di euro dal Fisco. Cifra che poi si è abbassata sensibilmente, fino a 35 milioni di euro più gli interessi, quando Valentino ha deciso di trovare un accordo, patteggiando anche per l'omessa denuncia dei redditi.

La vicenda però ha continuato ad avere degli strascichi fino a ieri, perché lo studio Tasini-Mainardi, ovvero i suoi commercialisti, gli avevano chiesto una parcella di ben 1,8 milioni di euro per l'attività svolta nella diatriba contro l'erario. Cifra che però Valentino si è rifiutato categoricamente di pagare.

E anche qui, dunque, sono dovuti scendere in campo gli avvocati, ma alla fine la questione non si è risolta davanti ad una corte. Prima che il dottor Filippo Ricci concludesse la sua perizia contabile, infatti, le due parti hanno raggiunto un'intesa, con i legali dei commercialisti che hanno accettato l'offerta di 700.000 euro che era stata inizialmente rifiutata nel febbraio del 2013.

Autore: OmniCorse.it

Tag: Sport , piloti , personaggi famosi , multe


Top