Sport

pubblicato il 15 febbraio 2007

Squadra Corse Metis Gilera

Presentata la Squadra Corse 2007

Squadra Corse Metis Gilera
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 1
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 2
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 3
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 4
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 5
  • Squadra Corse Metis Gilera - anteprima 6

Milano - La stagione 2007 della Squadra Corse Metis Gilera è ufficialmente iniziata mercoledì 14 febbraio, con un evento dal tono "easy" - Paolo Beltramo era, come al solito, davvero scatenato sul palco... - ma non certamente privo di quella sana determinazione che è parte integrante dei team che partono con l'obiettivo di ottenere qualcosa di importante.

E la parola "importante" non è utile solamente quando si parla di traguardi ma anche quando c'è da chiacchierare di piloti, perchè permettersi di far correre uno come Simoncelli in una configurazione di seconda guida e con una moto LE (seppur seguita ufficialmente) può solamente voler dire che in Gilera hanno deciso di puntare su uno dei più talentuosi ed esperti piloti della 250: uno come Roberto Locatelli.

Due piloti, due bandiere del tricolore, esattamente come la moto (italiana al 100%) e gli sponsor: il principale, Metis, supporta da ben cinque anni la Squadra Corse Gilera e mai come quest'anno ha creduto nel progetto di far correre due moto in una categoria impegnativa come la 250, abbandonando dunque la classe 125.

"Il nostro impegno, che vede raddoppiata la presenza nella classe 250cc, vuole essere un segno chiaro e deciso a testimonianza di  quanto questa sfida tutta italiana, sia per noi importante. Una sfida, che vuole avere nella continuità l’elemento principale – dichiara Giampiero Sacchi, responsabile delle attività racing del Gruppo Piaggio –. A Marco Simoncelli abbiamo affiancato Roberto Locatelli, che con la sua esperienza saprà contribuire alla ricerca e alla conquista di quei risultati che competono ad una Casa con un palmares cosi importante e a tutte le Aziende che supportano questo progetto. 

“Credo che per un pilota fare parte di una squadra ufficiale sia l’avverarsi di un sogno - ha dichiarato Locatelli -: ti senti parte di un progetto e avverti la responsabilità che ne deriva. Spero di contribuire con la mia esperienza, al raggiungimento di quei traguardi che meritano le Aziende che noi tutti rappresentiamo in questa nuova avventura”.

“La mia prima stagione in 250 - parla Marco Simoncelli - l’ho vissuta come un anno di apprendistato. Ci sono state delle difficoltà ma, nonostante questo, la considero una annata positiva. Credo che per l’intero campionato ci sia stato un continuo miglioramento anche se è mancato il “risultato”, il podio che noi tutti ci aspettavamo. Adesso, affronto questa nuova avventura fiducioso e convinto di far bene. Dalla mia parte ho l’esperienza acquisita e tanta voglia di dimostrare quello che valgo”. 

Chiudiamo con un brevissimo spaccato della storia sportiva Gilera (brand del Gruppo Piaggio): nella sua storia il marchio dei due Anelli ha infatti conquistato sette titoli mondiali piloti (l’ultimo nel 2001 con Manuel Poggiali) e sei titoli costruttori, sommando 47 vittorie nei Gran Premi. Una tradizione sportiva di lunga data e che, quest'anno più di ogni altro, potrebbe anche concludersi con un nuovo alloro. I presupposti ci sono tutti.

Autore: EP

Tag: Sport , gare


Top