Curiosità

pubblicato il 11 dicembre 2014

Top 5: le mode dei motociclisti che avremmo volentieri evitato

La moda... a volte regala spunti interessanti, altre volte è inopportuna e sopra le righe, come in questi cinque casi

Top 5: le mode dei motociclisti che avremmo volentieri evitato
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 1
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 2
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 3
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 4
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 5
  • Le ragazze di EICMA 2014 - anteprima 6

I motociclisti sono persone indipendenti, alternative, che preferiscono le emozioni - positive e negative - della guida su due ruote all'omologazione e noia dell'auto, decisamente ripudiata dai centauri più integralisti. Ma essere così indipendenti e liberi non significa essere immuni alle mode, che molto spesso guidano il mercato delle due ruote e degli accessori... anche in direzioni completamente sbagliate. La moda spesso ci fa pedere il senso della realtà e queste sono le 5 mode motociclistiche che avremmo volentieri evitato.

1. LE FRANGE SUL MANUBRIO

Questa è per voi, appassionati di moto custom che amate distinguervi anche mettendovi in mostra. La personalizzazione delle moto con pelle, borchie e frange è iniziata già nei primi anni del secolo, ma poi è diventata un segno distintivo dei biker americani dagli anni '50 in poi. Se per tutte le altre scelte estetiche (a volte pacchiane) non abbiamo nulla da ridire, essendo segni distintivi di una cultura e uno stile, sulle lunghe strisce di frange nel manubio non possiamo stare in silenzio. Sono esageratamente sopra le righe, di cattivo gusto e soprattutto pericolose: il rischio di agganciarsi su altri manubri o su ringhiere e altre cose in fase di manovra è elevato!

2. COLORI E GRAFICHE FLUO DEGLI ANNI '90

Le supersportive degli anni '90 sono moto che hanno segnato una generazione e hanno voltato pagina fa le moto classiche e quelle moderne. L'evoluzione tecnica maggiore è stata senza dubbio la ciclistica che si è avvicinata in modo esagerato a quella delle moto da competizione, mentre nei decenni precedenti vedevamo motori decisamente potenti ed evoluti su telai di tubi in ferro dolce e ruote dalla sezione di una bicicletta. Ma le moto dei '90 verranno ricordate anche per le orrende e super-tamarre grafiche fluo! Rosa shocking, giallo sparato, arancione catarifrangente, ce n'erano di tutte le forme e colori. Viola e rosa erano un must: ma cosa ci trovavano di bello nel decorare delle moto potenti e maschie con colori tipicamente femminili?

3. LA TARGA SULLA RUOTA POSTERIORE

È la moda del momento e tutti devono farci i conti... ma piacciono davvero queste moto con la targa appesa al forcellone? Escludendo l'indubbia utilità contro gli schizzi di fango sulla schiena di pilota e passeggero, l'effetto estetico è accettabile in alcuni casi e fuorviante in altri. La moto che ha anticipato (di tantissimo) questa moda è la Bimota Mantra di metà anni '90, poi il vuoto per più di 10 anni ed ecco nascere la Ducati Diavel e la moda impazza. Passerà velocemente, esattamente come è arrivata?

4. L'ADESIVO DEL BIMBO CHE FA PIPI'

Siamo ancora una volta nel territorio più kitch e tamarro della passione per le due ruote. Chi si ricorda l'adesivo del bimbo che fa pipì su una scritta, generalmente di un'altra marca o tipologia di moto? A cavallo dei '90 e '00 è stato un must per i più integralisti. I Ducatisti avevano il ragazzino che mingeva sulla scritta "jap" o una casa motociclistica giapponese nello specifico, così come avveniva il contrario, con le moto giapponesi che sfoggiavano l'adesivo contro i ducatisti. Non dimentichiamoci anche la faida fra Guzzisti e BMWisti, ma c'è stato anche chi più ampiamente faceva pipì sulle automobili. Per fortuna ci siamo completamente dimenticati di questi sticker imbarazzanti.

5. LE ORECCHIE DI PELUCHE SUL CASCO

Un altro accessorio "fashion" che ha spopolato a cavallo del millennio. La tendenza delle orecchie di peluche da attaccare al casco con la ventosa è nata nel mondo degli scooteristi, principalmente fra i ragazzini e ragazzine che usavano il cinquantino. Nel giro di poco tempo abbiamo visto sempre più orecchie sopra i caschi anche fra i motociclisti più insospettabili come i mototuristi o i bikers. Panda, mucche, conigli, cocker, gatti... per fortuna ora sono solo un brutto ricordo.

Queste sono una selezione delle mode evitabili che abbiamo avuto nelle due ruote. Ne conoscete altre? scrivetele nei commenti!

 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità


Top