Curiosità

pubblicato il 6 dicembre 2014

DI TRAVERSO Flat Track School

A scuola con Marco belli per emozionarsi... di traverso ovviamente! Si parte a febbraio 2015 a Misano

DI TRAVERSO Flat Track School
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 1
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 2
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 3
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 4
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 5
  • DI TRAVERSO Flat Track School by Marco Belli - anteprima 6

Carattere, nervi saldi e un pizzico di follia e poi zero elettronica, poca aderenza e la giusta dose di potenza. Questi gli ingredienti di una delle discipline più divertenti del motociclismo: il flat track. 

Marco Belli e il controsterzo

È il plurititolato pilota Marco Belli (4 titoli italiani, 3 inglesi, 1 FIM e qualche bel piazzamento negli stati Uniti) a raccontarcelo. Lui che la passione per il traverso ce l’ha nel sangue “L’amore per i traversi è nata quando avevo 17 anni, a Castiglione Olona, con il mio Aletta Rossa. Ma lo avevo scritto nel destino. L’azienda di famiglia, attaccata a casa è un corpo centrale con intorno un ovale di ghiaietta.” Racconta di sbandate, controsterzi e aderenza precaria con un entusiasmo contagioso “Se provi non puoi non innamorartene, è la cosa più bella che si possa fare su due ruote. Arrivi veloce in fondo al rettilineo, butti giù la moto inizi a perderla e non devi far altro che mantenere quel fugace eterno attimo. In bilico. È un brivido e insieme un’emozione gratificante gestire quello che sembra ingestibile: la sbandata. Controllata appunto”.

Molto più di una scuola...

Dopo molte gare e altrettanti riconoscimenti è arrivata, grazie alla collaborazione di importanti partner (tra cui Yamaha Motor Italia, Deus Ex Machina Italy e la concessionaria Yamaha Motor Moto Shop Parma) l’idea di una scuola, per regalare a molti questa emozione. "La scuola non è solo un momento di divertimento, ma anche l’occasione per imparare a gestire situazioni che possono capitare ogni giorno.” DI TRAVERSO Flat Track School metterà a disposizione un pacchetto completo: pista, moto,abbigliamento e assistenza tecnica. I Corsi intensivi di una giornata si terranno in pista per un massimo di 12 iscritti. Lezione teorica in aula, esercizi pratici e non meno di 4 ore in sella. L’ippodromo di Soresina sarà la base principale della scuola, ma le giornate di corso si svolgeranno anche al Misano World Circuit Marco Simoncelli, all’Ippodromo di Parma e nelle Piste Speedway di Badia Calavena e Lonigo.

Quando?

Il primo appuntamento è fissato per il 7 Febbraio a Misano.La prima cosa da imparare? “La posizione in sella, con il polso e il braccio alto per gestire bene la derapata, e la punta del piede appoggiata sulla pedana per far forza e accompagnare il movimento del mezzo. E poi l’attitudine, forzarsi di assecondare la moto che perde aderenza e con l’esercizio godersi il momento nella consapevolezza di saperlo gestire.”

Serve la moto giusta

La moto è la stilosa Yamaha SR400, facile, gestibile e con il baricentro basso. Perfetta, con le sue ruote da 19”, per divertirsi senza troppi pensieri. Deus Ex Machina ha saputo tirar fuori la sua anima racing rendendola perfetta per il flat track: via fari interruttori, cassa filto, manubrio largo, scarico SC-Project e un nuovo codone. E poi non resta che iscriversi, per divertirsi e godersi l’innaturale emozione di arrivare in curva, spalancare il gas e guardare il mondo di traverso.

Autore: Monica Martini

Tag: Curiosità


Top