Novità

pubblicato il 3 dicembre 2014

Ducati Scrambler: iniziata la produzione

L'attesissima nuda emiliana arriverà nelle concessionarie da fine gennaio, a partire da 8.240 euro

Ducati Scrambler: iniziata la produzione

E’ stata tra le grandi protagoniste del Salone di Colonia e ha attirato a sé le attenzioni del grande pubblico di EICMA 2014: la Ducati Scrambler, da lunedì 1 dicembre, è entarta in produzione allo scopo di farla arrivare nelle concessionarie ufficiali a partire dalla fine del mese di gennaio, quando la commercializzazione nella versione Icon (che affianca gli allestimenti Urban Enduro, Full Throttle e Classic) prenderà il via a partire da un prezzo di 8.240 euro.

Classico in chiave moderna

Dotata di gruppi ottici a LED e strumentazione digitale, la Ducati Scrambler viene mossa da un motore da 803 cc con architettura ad L con due valvole per cilindro derivata da quella della Monster 796 e dotata di alesaggio di 88 mm e di corsa di 66 mm. Coperchi frizione e alternatore sono in alluminio, così come anche i due carter copri cinghie, mentre il serbatoio è in acciaio ed i Pistoni e l’albero motore sono di provenienza Monster 796 e Hypermotard 796. In grado di sviluppare fino a 75 CV di potenza ad un regime di 8.250 giri/min ed una coppia di 68 Nm a 5.750 giri/min, la Ducati Scrambler soddisfa i dettami imposti dalla normativa Euro 3 in termini di emissioni inquinanti ed è dotata di una trasmissione a sei rapporti con frizione ATPC multidisco a bagno d'olio.

Quattro allestimenti 

Come precisato in apertura la Ducati Scrambler verrà proposta in quattro allestimenti allo scopo di sorridere a quattro diverse tipologie di pubblico. La prima ad arrivare nelle concessionarie sarà la versione Icon, che verrà proposta nei colori rosso e giallo. Arriveranno poi in commercio anche le varianti Urban Enduro, caratterizzata da una colorazione in “wild green”, Full Throttle e Classic, rispettivamente preposte a strizzare l’occhio ad una clientela più sportiva e ad una più vintage.

La prima moto... una grande festa

Come consuetudine a Borgo Panigale, la prima moto realizzata nello stabilimento bolognese è stata celebrata – come la nascita di un bambino – da tutti gli uomini della Rossa; dagli operai della linea d montaggio sino ad arrivare all’ Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding, Claudio Domenicali, passando per il Direttore dello Stabilimento di Borgo Panigale, Silvano Fini, insieme ai tecnici e al team che ne hanno curato lo sviluppo, non ultimo Mario Alvisi, responsabile del progetto.

“Questa prima moto ha un significato particolare per tutti noi – ha commentato Claudio Domenicali– il marchio Scrambler porta dai nostri concessionari una ventata di freschezza e allegria, “The Land of Joy”, con un prodotto che coniuga modernità ed heritage in un mix mai visto prima nel mondo delle due ruote, di cui siamo tutti particolarmente felici ed estremamente orgogliosi”.

L’inizio della produzione della Scrambler è stata inoltre l’occasione per comunicare i nomi dei due vincitori del concorso indetto lo scorso 9 giugno che cercava, all’interno dell’azienda, i due testimonial della nuova campagna pubblicitaria, i nuovi “Franco ed Elvira”, i due dipendenti Ducati protagonisti della campagna pubblicitaria dello Scrambler degli anni ’70. Sono Stefano Rendina e Federica Forlani i volti che identificheranno la nuova moto, scelti direttamente dai dipendenti e destinati a testimoniare l’identità di questa nuova bicilindrica bolognese.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top