Attualità e Mercato

pubblicato il 12 novembre 2014

Sciopero nazionale generale: quando e dove

Venerdi 14 novembre centauri e scooteristi si muoveranno nella massima libertà 

Sciopero nazionale generale: quando e dove

Hai voglia a dire che si devono usare i mezzi pubblici perché questa è la nuova mobilità; hai voglia a ripetere che si deve essere “verdi” sfruttando le metropolitane; hai voglia a disegnare piste ciclabili (che nessuno usa in questi giorni di pioggia e vento): adesso che arriva lo sciopero generale, a vincere è chi va in moto. Così come accaduto per lo sciopero dei mezzi, per il blocco delle metropolitane dovuto a motivi tecnici, per la paralisi dei veicoli pubblici di superficie: venerdì 14 novembre 2014, a scorrazzare nella massima libertà (meteo permettendo) saranno i centauri e gli scooteristi. Che come sempre avviene in questi casi, daranno la loro piena disponibilità a trasportare, come passeggero, chi invece ha la sfortuna nera di essere schiavo dei mezzi pubblici. E degli scioperi totali e parziali. E dei guasti.

Quando e dove

Dopo lo stop del 24 ottobre contro la politica del governo Renzi, i Cobas e altre organizzazioni (CUB, USI e ADL Cobas) hanno indetto una protesta di 24 ore che ferma aerei, treni e mezzi pubblici locali, con nuovi cortei che bloccano il traffico sulle strade di alcune città, il 14 novembre. Lo sciopero generale sarà di 4 ore, ma ci sono delle variazioni a seconda delle città.

A Roma, dove si sommano le agitazioni indette da Faisa Cisal e Ugl, il servizio di trasporto pubblico è garantito solo da inizio servizio alle ore 8.30 e dalle 17 alle 20, mentre tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 a fine servizio, sono a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-C.Castellana-Viterbo. Nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 a rischio le corse delle linee notturne. Nel Lazio, per Cotral allo sciopero generale si aggiunge l'agitazione delle OO.SS. territoriali di Rieti, FILT CGIL, FIT CISL E UILTRASPORTI dalle ore 11.00 alle ore 15.00.


A Milano l'agitazione è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 al termine del servizio per l'esercizio di superficie; per la metropolitana dalle 18.00 al termine del servizio. Per saperne di più vi suggeriamo di consultare il sito del vostro comune. Venerdì 14 novembre lo sciopero treni è indetto per 24 ore. Tuttavia, nelle giornate di sciopero, Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto; in quello locale sono stati istituiti i servizi essenzialinelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21 dei giorni feriali). Sono garantiti, inoltre, alcuni treni a lunga percorrenza, nei giorni feriali e nei festivi. NTV (Italo) ci ha detto che al momento non si prevedono "ripercussioni al regolare servizio dei treni".

Il perché

Il messaggio dello sciopero di venerdì è chiaro: No alle politiche del governo Renzi e dell’Unione Europea, No al Jobs Act, alla Legge di stabilità, al Piano-scuola”. Lo si legge sul comunicato ufficiale dove viene lamentata una scarsa attenzione da parte dei media sullo sciopero generale già convocato per il 14 novembre. A protestare, dicono gli organizzatori, sono anche numerose strutture dei centri sociali e del territorio, dei precari e del piccolo lavoro autonomo, organizzazioni studentesche nazionali e locali.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sciopero , trasporti


Top