Attualità e Mercato

pubblicato il 24 ottobre 2014

Bollo veicoli: tutto da rifare

Incentivi per chi compra un mezzo nuovo? Neanche per idea. Ecco come stanno le cose

Bollo veicoli: tutto da rifare

Evidentemente, le norme intelligenti non piacciono ai nostri politici. Che dicono sì a una regola ottusa come il pagamento del bollo per i veicoli storici over 20 e under 30, mentre dicono no alla proposta di legge sull'abolizione del bollo auto per chi compra un mezzo nuovo. La norma, il progetto legge, s’è fermato alla Camera. Alla conferenza dei capigruppo di Montecitorio è emerso che sul testo, all'ordine del giorno dell'Aula, ci sono criticità che richiedono un ulteriore passaggio in commissione.

Il dominio totale delle Regioni

"È francamente deludente che, all'ultimo miglio, nel passaggio tra la commissione Bilancio e l'Aula, Governo e maggioranza (che pure si erano espressi a favore del mio emendamento nella commissione di merito, cioè in commissione Finanze) abbiano scelto una sorta di strategia dilatoria sulla mia proposta di progressivo superamento del bollo auto, tassa tra le più odiate dai contribuenti italiani". Parole di Capezzone. Così, stravincono le Regioni, che incassano i quattrini dei veicoli storici, e non perdono il bollo dei mezzi nuovi. Quelle stesse Regioni che, con la loro fortissima opera di lobbying, continuando a piangere per i presunti tagli del Governo Renzi, mantengono intatti tutti i loro privilegi, e anzi accrescono gli introiti. Capezzone ha “la pazienza di chi cerca un risultato per i cittadini e il settore auto”, ma ha “anche con la delusione di chi, per ora, non vede negli interlocutori della maggioranza una adeguata consapevolezza e determinazione di raggiungere un obiettivo necessario, urgente e possibile. Insisterò, dunque, o per avere un via libera alla mia legge o per avere un sì all'emendamento che presenterò alla legge di stabilità".

Quale futuro?

Senza incentivi di nessun genere per nessun veicolo, senza uno straccio di bollo gratuito, il mercato di auto e moto è destinato a soffrire ancora maledettamente in Italia, mentre il resto del Vecchio Continente ci supera grazie a una politica interna molto più oculata. Adesso, non resta altro che attendere un sano rialzo delle accise, per dare un’ulteriore spallata a un sistema morente: già, perché se i conti non tornano, e se le spese della politica erano e sono elevatissime, la tassa pronta in un batter d’occhio è lì da sfornare.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , bollo


Top