Accessori

pubblicato il 7 ottobre 2014

Accessori GIVI per Triumph Tiger 800

Come rendere ancora più avventurosa la on-off di Hinckley, con optional che puntano tutto su protezione, sicurezza e qualità

Accessori GIVI per Triumph Tiger 800
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 1
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 2
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 3
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 4
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 5
  • Accessori GIVI per Triumph Tiger 800 - anteprima 6

Continua il nostro long-test in compagnia della  Triumph Tiger 800 XC SE che, in questi mesi, si è fatta apprezzare dalla Redazione di OmniMoto.it la quale, insieme alla tricilindrica inglese, ha percorso molti chilometri in ogni condizione meteo, tra strade di montagna, panoramiche costiere e leggeri off-road. Come tutte le Triumph poi, anche questa a questa on-off piacciono le personalizzazioni e, oltre al catalogo ufficiale del Costruttore di Hinckley, sono numerose le possibilità che offre il mercato, con optional specificatamente studiati per la Tiger che ne esaltano il carattere da globetrotter.

E quando si tratta di accessori a 360°, in Italia (e nel mondo) GIVI rappresenta un riferimento indiscusso per qualità costruttiva, design, robustezza e varietà nell'offerta. Per "preparare" la nostra Triumph abbiamo quindi attinto a piene mani al catalogo 2014 dedicato alla Tiger 800, con una perseonalizzazione che strizza l'occhio all'avventura e alla protettività, tralasciando volutamente uno dei cavalli di battaglia di GIVI, le borse laterali e il topcase. Alle nuove valige laterali Trekker Outback dedicheremo a breve un articolo ad hoc: tecnologie aeronautiche per la rivettatura e brevetti esclusivi.

Cupolino Air Flow

Non siamo tutti alti uguali, e nemmeno guidiamo la moto nelle stesse condizioni di traffico, velocità e temperatura. Queste variabili infatti rendono molto apprezzabile la possibilità di variare l'altezza del doppio cupolino, una caratteristica che distingue il GIVI Air Flow dalla stragrande maggioranza dei parabrezza da moto montati di serie. Nell'utilizzo urbano l'Air Flow, grazie alle sue dimensioni generose  (60,5 x 45,5 x 12 cm di escursione) offre una protettività buona anche nella posizione di minima estensione, con i due cupolini quasi sovrapposti: questa posizione permette, magari nei mesi più caldi, di godere di un maggior flusso d'aria a tutto beneficio del pilota, maggiormente refrigerato nella spesso bollente guida cittadina. 
Quando invece le velocità aumentano, che si tratti di tangenziali o autostrade, basta intervenire manualmente e senza l'ausilio di attrezzi sui due appositi sistemi di bloccaggio e, in pochi secondi, potrete variare l'altezza del cupolino più esterno a vostro piacimento; la protezione a velocità autostradali (e superiori) è molto buona.
Se poi vorrete cimentarvi in percorsi off-road più impegnativi e desiderate eliminare sovrastrutture in eccesso, il secondo cupolino è facilmente sfilabile: la protezione dall'aria e dalle intemperie è in questo caso affidata al cupolino principale, fissato agli appositi telai.
Il prezzo dell'Air Flow, che sostituisce il cupolino originale, è di 172 euro, compreso di kit di montaggio.

Paracoppa

Volete iniziare ad avventurarvi con la vostra Tiger dove l'asfalto finisce? Ma ovviamente, senza rischiare di urtare la coppa dell'olio, rovinare collettori e telaio a causa dell'urto di pietre e sassi... Il Paracoppa GIVI offre tutta la protezione frontale e laterale che serve nell'off-road leggero, senza temere gli utilizzi più impegnativi.
Al prezzo di 171 euro questa soluzione in alluminio dal design molto accattiivante vi permetterà di proteggere al meglio alcune tra le parti più delicate della vostra moto.

Paramotore tubolare

Se il paracoppa ha una chiara derivazione fuoristradistica, equipaggiare la propria XC con questo paramotore tubolare offre enormi vantaggi anche e soprattutto nell'uso urbano. Un urto durante la sosta causato da una vettura in fase di parcheggio, una banale perdita di equilibrio da fermi o una piccola scivolata magari sul bagnato: situazioni spiacevoli che spesso causano la nostra moto danni considerevoli ma che, in parte, si possono attenuare. Il paramotore GIVI della gamma Engine Guard si integra perfettamente con le linee della Tiger e, in ambito urbano come in viaggio, offre una valida protezioni a telaio e parti "scoperte". Costa 150 euro e, visto che per montarlo bisogna intervenire sui perni del telaio e sulla pompa del pedele del freno, se siete alle prime armi in quanto bulloni e chiavi inglesi, meglio farlo installare da un meccanico specializzato.

Fari alogeni supplementari

Gli S310 sono dei fari alogeni supplementari che, sulle strade non illuminate o, meglio ancora, dove l'asfalto (e l'illuminazione artificiale) proprio non esiste, svolgono un ruolo fondamentale nelle ore notturne. Questa coppia di proiettori di profondità sono universali e possono essere montati con estrema facilità sui paramotori tubolari con diametro minimo di 21 mm e massimo di 26 mm. I due accessori vengono alimentati direttamente dalla batteria e non prevedono nessuna modifica all’impianto elettrico della moto, sono regolabili manualmente e dotati di un comodo interruttore “On-Off” da fissare sul manubrio. 
Al prezzo di 134 euro per la coppia di fari, sono inoltre compresi i relè Z2310R e l'interruttore Z2311R.  

Estensioni paramani

Se volete una protezione alle mani totale da intemperie, freddo o insetti, l'estensione in plexiglass fumè per paramani originale è quello che fa per voi, a costo di appeasantire lievemente il design del manubrio: ma ne varrà la pena.
Questo accessorio GIVI, che si aggiunge alla normale dotazione della Tiger, costa 67 euro.

 

Autore: Redazione

Tag: Accessori , tricilindriche , accessori , protezioni , sicurezza


Top