Novità

pubblicato il 30 settembre 2014

Nuova BMW R 1200 R 2015

All'Intermot di Colonia, la nuda col boxer di ultima generazione di svela al grande pubblico

Nuova BMW R 1200 R 2015

Dopo GS ed RT, la grande attesa della "boxer-family" era lei. E all'Intermot 2014 non si è fatta desiderare più del previsto: puntualissima e fascinosa, il Salone di Colonia porta infatti al debutto la sua nuova R1200 R, una nuova nuda equipaggiata col boxer da 125 CV che abbandona il telelever e, un po' come avvenuto per la Nine-T, abbracciando una forcella tradizionale. Le linee poi sonomolto tese, più sportive: insomma un bel cambiamneto rispetto al passato. 

Boxer DO(H)C

Come per le cugine GS ed RT, anche la nuova roadster bavarese è equipaggiata col propulsore DOHC capace di 125 CV a 7.750 g/min e una coppia massima di 125 Nm a 6.500 g/min., nettamente superiore al modello precedente. Il convogliamento dei gas di scarico avviene attraverso un impianto di scarico del tipo 2 in 1 con terminale di scarico con uscita verso l’alto, mentre le altre modifiche meccaniche riguardano l'air box rivisitato, nuovi cornetti di aspirazione e un radiatore ad acqua montato centralmente. 
Rispetto al motore del modello precedente, come noto questo boxer da 1.170 cc punta su un sistema di raffreddamento aria/liquido, sostituendo però l’olio con l’acqua come liquido criogeno. Grazie alla maggiore capacità di assorbimento di calore dell’acqua, il sistema assicura una dissipazione più efficiente e una maggiore stabilità termica. Nel cosiddetto raffreddamento di precisione l’acqua circola lungo i componenti del motore soggetti a una sollecitazione termica particolarmente elevata. Il motore è dotato di un raffreddamento supplementare ad aria, così da conservare il tipico look del Boxer e la sua idoneità all’utilizzo anche a condizioni estreme.

Elettronica e ciclistica

ABS, ASC e due modalità di guida di serie (“Rain” e “Road”), mentre come optional troviamo la “Modalità di guida Pro” con Dynamic Traction Control (DTC) con sensore dell’inclinazione e da due ulteriori modalità di guida, “Dynamic” e “User”. 
Sì, anche sulla nuova R 1200 R l'elettronica la fa da padrona, ma a tutto vantaggio della sicurezza e del confort. Il continuo affinamento dei moderni sistemi elettronici di ausilio alla guida contribuiscono infatti a sfruttare ancora meglio le potenzialità ciclistiche di una nuda come quesra R. In tal senso, non poteva mancare il sistema Dynamic ESA (Electronic Suspension Adjustment) di ultima generazione. I due setting opzionabili “Road” e “Dynamic” del Dynamic ESA consentono all’ammortizzazione di adattarsi automaticamente in base allo stato istantaneo di guida e alle manovre eseguite dal pilota.
L'elettronica la troviamo inoltre nel cambio, che può essere elettro assistito. Il BMW Pro consente infatti di aumentare o scalare le marce nei regimi e carichi più importanti senza attivare la frizione o l’acceleratore, ad eccezione della partenza dove serve la frizione. Sulla nuova BMW R 1200 R debutta un nuovo telaio a doppia trave in tubi d’acciaio che integra il Boxer bicilindrico come elemento portante. Il comparto sospensioni, udite udite, ora si affida a una forcella telescopica upside-down e alla sospensione posteriore Evo Paralever, mandando (momentaneamente?) in pensione il noto telelever, un marchio di 

Nuovo look

La nuova R-R debutterà anche con un design aggiornato, sia nella silohuette che nei dettagli. A proposito di dettagli, la strumentazione è totalemnte inedita col display TFT visualizza numerose informazioni supplementari.
La nuova R 1200 R sarà ordinabile in tre differenti coloazioni, ognuna delle quali è chiamata valorizzare il nuovo stile con la sezione frontale bassa e la coda alta e filigranata; molto belli sono anche i cerchi a 10 raggi simili a quelli della sportiva S 1000 RR.

 

Autore: Redazione

Tag: Novità , anticipazioni , intermot2014


Top