Sport

pubblicato il 27 settembre 2014

MotoGp 2014, Aragon: 20esima pole di Marc Marquez

Doppietta Honda con Pedrosa davanti a Iannone. Rossi sesto, Dovizioso cade

MotoGp 2014, Aragon: 20esima pole di Marc Marquez

Sventolano le bandiere di Marc Marquez sulle tribune di Motorland Aragon. Il leader del Mondiale lo aveva detto che quella a pochi chilometri dalla sua Cervera è una pista speciale per lui e lo ha dimostrato oggi in qualifica, polverizzando il primato e rifilando quasi quattro decimi alla moto gemella di Dani Pedrosa in qualifica.

Per il pilota della Honda si tratta della 20esima pole position in carriera nella classe regina, l'11esima della stagione. Un primato conquistato proprio all'ultimo giro con uno strepitoso 1'47"187, quando Pedrosa forse pregustava già il sapore della seconda partenza al palo stagionale. "El Cabronsito" però non gli ha lasciato scampo, staccandolo di 362 millesimi.

A completare la prima fila troviamo la Ducati GP14.2 di Andrea Iannone, ormai quasi una presenza fissa in queste posizioni. Il portacolori del Team Pramac questa volta è riuscito a guadagnarsi la sua posizione senza il bisogno di ricorrere ad una scia, ma solamente sfruttando la gomma soft a sua disposizione.

Peccato per Andrea Dovizioso, finito ruote all'aria all'ultimo giro quando aveva appena fatto segnare un "casco rosso" nel primo settore. Il forlivese, che nella FP4 è andato forte anche con la gomma media, dovrà quindi scattare solamente dalla terza fila, con il nono tempo. In casa Ducati comunque si possono consolare con una delle migliori qualifiche stagionali di Cal Crutchlow, autore del quinto a sorpresa.

Davanti a lui c'è la migliore delle Yamaha, che a sorpresa è quella di Pol Espargaro. Il campione del mondo della Moto2 ha sfoderato un gran giro, facendo meglio di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che invece sono solamente sesto e settimo. Il "Dottore" è quindi riuscito a fare meglio del maiorchino, pur dovendo passare dalla tagliola della Q1, nella quale ha fatto segnare il miglior tempo. La seconda fila comunque è un buon risultato per il pesarese se si pensa alle difficoltà incontrate fino ad ora in questo weekend.

Tra Lorenzo e Dovizioso, a completare la terza fila in ottava posizione, troviamo la Honda di Stefan Bradl. Il decimo tempo invece è valso la miglior prestazione alle "Open" alla Forward Yamaha di Aleix Espargaro, che ha preceduto Bradley Smith, finito ruote all'aria alla curva 2, ed un ottimo Hector Barbera, subito in Q2 all'esordio sulla Ducati GP14 "Open".

Eliminati in Q1 Alex De Angelis e Danilo Petrucci, che scatteranno uno accanto all'altro dalla settima fila, essendo accreditati della 19esima e della 20esima piazza. Infine, bisogna segnalare la brutta caduta di Karel Abraham, che nel primo segmento della qualifica ha letteralmente distrutto la sua Honda RCV1000R, uscendo fortunatamente incolume da un brutto incidente.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top