Curiosità

pubblicato il 19 settembre 2014

Ecco le App per fare i quiz per la patente

Come funzionano le App lanciate da "La Nuova Guida", un network di autoscuole

Ecco le App per fare i quiz per la patente

La tecnologia degli smartphone può insegnare a guidare? Certo. Un esempio sono le due App lanciate da La Nuova Guida, network di autoscuole organizzato, nato nel 2009 e che oggi conta 150 autoscuole su tutto il territorio. Due App gratuite utili per esercitarsi con i quiz per la patente. Infatti, il network (dopo aver realizzato un metodo di insegnamento certificato) mette ora a disposizione di tutti gli aspiranti patentati due App per esercitarsi per l’esame teorico, a casa, in aula, outdoor e attraverso tutti i dispositivi cellulari, tablet e computer.

Di che si tratta

“Galileo Quiz Patente” e “Galileo Quiz Patentino”: ecco il nome delle App. Che permettono di fare i quiz in aula, a casa e dai propri dispositivi portatili. Se poi si frequenta anche un'autoscuola aderente a La Nuova Guida si accede gratuitamente alla versione plus e si lavora con la sincronizzazione di tutte le attività svolte sui vari device. Così, l’allievo ha la possibilità di visualizzare commenti specifici e dettagliati a ogni domanda, realizzati da un team di esperti, per comprendere e correggere eventuali errori. Alla base, c’è un software didattico per la preparazione degli allievi, Galileo Plus, sviluppato per una formazione teorica ispirata a un metodo di insegnamento certificato: consente agli insegnanti di monitorare in ogni lezione il livello di preparazione degli allievi e di tarare gli argomenti delle lezioni in funzione degli errori più frequenti effettuati. Gli allievi possono a loro volta controllare il proprio livello di preparazione raggiunto per ogni argomento, e approfondire le esercitazioni in modo mirato. Le App sono compatibili con tutti i dispositivi, da mobile è necessario il sistema Android versione 2.3.3 o superiori.

Con la sicurezza non si scherza

Ma che cos’è il metodo certificato de La Nuova Guida? Il percorso di formazione passa attraverso tre momenti. Primo, le lezioni in aula si fanno insieme. Grazie all’uso di tastierini wireless di ultima generazione è possibile partecipare alla lezione in modo dinamico e interattivo. Così la lezione diventa un momento di scambio e condivisione tra ragazzi che hanno intrapreso lo stesso percorso. Secondo: poche lezioni per apprendere i concetti fondamentali della guida (postura, regolazione degli specchi, campo visivo, uso del volante e dei pedali) e arrivare in auto più consapevoli e sicuri. Terzo: assimilare i movimenti corretti dall’inizio, per essere un buon guidatore sempre. In ogni guida vengono trattati argomenti specifici, in modo che l’apprendimento sia graduale, e ogni allievo abbia il proprio percorso personalizzato. Queste almeno le promesse.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , sicurezza , codice della strada , test-ride


Top