Attualità e Mercato

pubblicato il 19 settembre 2014

Assicurazione RCA: ma quali autovelox?

In vigore il decreto Sblocca Italia: niente controlli anti-evasione Rca con gli occhi elettronici

Assicurazione RCA: ma quali autovelox?

La bozza del decreto Sblocca Italia conteneva una norma importante: gli autovelox potevano scovare chi viaggia senza RCA. Parliamo di 4 milioni di veicoli privi dell’assicurazione obbligatoria, vere mine vaganti pronte a trasformarsi in pirati della strada, ossia a scappare appena causano un sinistro per evitare multe dovute alla mancanza della copertura RCA. Si trattava quindi di disinnescare una “bomba” sociale, visto che il fenomeno dell’evasione RCA e quello della pirateria crescono di pari passo. Invece nulla: all’ultimo, è saltata la norma che consentiva agli autovelox il controllo dei mezzi, a prescindere dal fatto che il veicolo stesse viaggiando troppo forte. Idem per gli altri occhi elettronici: per ora, né Tutor (controlla la velocità media) né T-Red (verifica il rispetto del semaforo rosso), né le telecamere delle Zone a traffico limitato potranno individuare gli evasori Rca leggendo le targhe.

Un’occasione sprecata

Peccato, perché è ormai da quattro anni che si parla inutilmente di controlli attraverso le telecamere, senza che si arrivi alla svolta: il Codice della Strada già prevede queste verifiche a distanza; è sufficiente che l’occhio elettronico legga la targa e si colleghi al database della Motorizzazione e delle Assicurazioni. Incrociando i dati, vien fuori il furbetto che viaggia senza Rca. Un guaio specie al Sud Italia, in particolare Napoli, dove le tariffe Rca toccano picchi vertiginosi.

Ciampino fa storia a sé

C’è invece qualche Comune virtuoso che combatte la propria battaglia per conto suo. È il caso di Ciampino (Roma), che con il Targa System miete vittime di continuo, scovano non solo chi circola senza Rca, ma pure che viaggia senza revisione. È sufficiente l’incrocio dei dati di cui si diceva sopra, e la Polizia locale può dare un enorme contributo alla sicurezza stradale: oltre mille veicoli al giorno, in media, sono quelli che il comando di Polizia Locale di Ciampino riesce a passare sotto la lente del Targa System e dell'app "gestione comando mobile" installata sui tablet degli agenti. Tale attività congiunta permette di verificare, per ogni veicolo, se lo stesso è assicurato, se è stato sottoposto a revisione, se è sottoposto o meno a sequestro o se è rubato: permette, in sostanza, di certificare, nel tempo di massimo 2 secondi, se il veicolo è titolato a circolare in strada. Solo nella prima settimana di utilizzo sono state oltre 500 le sanzioni inviate ai trasgressori, sia quelli immediatamente fermati da una seconda pattuglia a valle della prima, sia quelli per cui non è stato possibile procedere alla contestazione in sicurezza e nei modi regolamentari.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , autovelox


Top