Sport

pubblicato il 30 agosto 2014

MotoGP 2014, Silverstone: Marquez alla decima pole

Il pilota della Honda ha preceduto Dovizioso e Lorenzo, Rossi invece è in seconda fila

MotoGP 2014, Silverstone: Marquez alla decima pole

La Ducati questa volta sembrava davvero potergli soffiare la pole position, ma Marc Marquez non si è fatto intimorire nella Q2 del Gp di Gran Bretagna di MotoGp, firmando un giro strepitoso a pochi istanti dalla bandiera a scacchi che gli è valsa la doppia cifra: quella di Silverstone infatti è la decima partenza al palo stagionale del portacolori della Honda.

"El Cabronsito" ha piazzato un 2'00"829 risultando l'unico in grado di infrangere la barriera del 2'01" e confermando quindi lo strapotere mostrato tra ieri ed oggi in ognuna delle sessioni di prove libere.

I pronostici che volevano un Andrea Dovizioso molto competitivo però non erano troppo sbagliati, perché il ducatista ha artigliato nuovamente il secondo posto in griglia di partenza. Nei primi due intermedi è stato addirittura più veloce dello spagnolo, poi però il T3 ed il T4 non hanno fatto sconti ai limiti della Desmosedici, che ha chiuso distanziata di 311 millesimi.

Forse la sorpresa più grande della prima fila è la Yamaha di Jorge Lorenzo. Il maiorchino sembra aver superato a pieni voti le grandi difficoltà incontrate ieri ed oggi in Q2 è stato l'unico che ha azzardato la gomma extra soft all'anteriore. Una scelta che però sembra aver pagato, visto che ha chiuso a pochi millesimi da "Dovipower".

La seconda fila si aprirà con la Forward Yamaha di Aleix Espargaro, che ancora una volta si è confermato il re delle "Open" sfoderando un gran bel giro nel finale. Accanto a lui ci saranno la Honda di Dani Pedrosa e la Yamaha di Valentino Rossi, che proprio a tempo scaduto è riuscito ad artigliare un posto sulla seconda linea dello schieramento di partenza, scalzando la Yamaha Tech 3 di Bradley Smith.

Il britannico ha vinto il derby interno alla squadra transalpina, precedendo la M1 gemella di Pol Espargaro, ultimo dei piloti che sono riusciti a contenere il distacco dalla pole a meno di un secondo, davanti a Stefan Bradl ed Andrea Iannone. Peccato per il ducatista, caduto mentre stava realizzando degli intertempi molto simili a quelli di Lorenzo. Sicuramente domani però proverà a sfoderare una rimonta.

Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa con le due Honda del Team Gresini, con Scott Redding che con la sua "Open" ha avuto la meglio su Alvaro Bautista proprio come in Q1. Non sono riuscite a superare la prima tagliola invece le due Ducati di Yonny Hernandez e Cal Crutchlow, rispettivamente 13esima e 15esima in griglia. 17esimo tempo per il sammarinese Alex De Angelis, giusto due posizioni davanti alla ART-Aprilia di Danilo Petrucci.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti


Top