Curiosità

pubblicato il 29 agosto 2014

Autovelox e controlli estivi: ecco dove vi aspettano!

Fondamentali per la sicurezza, ma spesso criticati per gli obiettivi "di cassa" dei Comuni. Ecco le postazioni estive

Autovelox e controlli estivi: ecco dove vi aspettano!

Il traffico, come ogni anno, oltre ad andare a braccetto con le vacanze obbliga le Forze dell'Ordine a intensificare i controlli, ovviamente, in compagnia dei temuti autovelox. E tutti si chiedono dove le postazioni mobili, in questi periodi, diventino quasi... fisse! 

E’ il caso del raccordo autostradale Ferrara-Portogaribaldi (la Ferrara–Mare) e della Statale Romea, una delle strade più pericolose d’Italia. Qui gli autovelox saranno attivi fino al 6 settembre. A chi viaggia in auto ricordiamo che la Polizia ha reso disponibile la mappa completa degli autovelox, regione per regione e in autostrada. Tuttavia in città come Roma e Milano, ad esempio, sono in costante aumento quelli mobili. Ad ogni modo, la legge stabilisce che gli autovelox debbano essere ben segnatati su strada in modo da informare del controllo gli automobilisti.

I motociclisti che sgarrano superando il limite di velocità consentito fino a 10 km/h paga una multa che va da 41 a 168 euro. Fino ai 40 km/h c’è una sanzione da 168 a 674 euro e si perdono tre punti patente (i neopatentati da massimo tre anni ne perdono invece sei). Dai 40 km/h ai 60 km/h sopra il limite di velocità consentito si paga una multa di minimo 527 euro e massimo 2.108 euro, si perdono sei punti patente (12 se si è neopatentati da massimo tre anni) e la patente viene sospesa da uno a tre mesi. La pena più alta è riservata a chi si spinge addirittura oltre di 60 km/h: da 821 a 3.287 euro di multa, patente sospesa da sei a dodici mesi (revoca per i recidivi entro due anni) e 10 punti patente in meno (20 per chi ha la patente da massimo tre anni).

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , sicurezza , codice della strada , trasporti


Top