Curiosità

pubblicato il 27 agosto 2014

Inverno 2014/2015: previsto freddo e temperature da record

Usate la moto tutto l'anno? I meteorologi avvertono che l'inverno sarà rigidissimo: meglio attrezzarsi per tempo!

Inverno 2014/2015: previsto freddo e temperature da record

Il popolo dei vacanzieri è ancora molto "preso" dal periodo di ferie anche se, purtroppo, l'estate 2014 sarà ricordata come tra le più piovose e "fastidiose" di sempre. Per i centauri del Belpaese, ancora in "alta stagione" per quel che riguarda il godersi la propria moto, è bene sapere che la stagione invernale - che in molti si sarebbero aspetatti più mite dopo un'estate così - sarà cataclismica, a detta degli esperti. I meteorologi prevedono infatti un'eccezionale ondata di gelo che nelle regioni settentrionali dovrebbe abbassare le temperature fino a -18°. L'aria siberiana in arrivo porterebbe la neve anche al Centro-Sud, in città pooc abituate a queste condizioni, come come Napoli. Niente allarmismi, ma previsioni da seguire, perché dovrebbero permettere alle autorità locali delle zone solitamente non colpite dalla neve di organizzarsi per tempo, per non seguire il cattivo esempio di Roma nel febbraio 2012.

Gomme invernali da moto

Appartenete alla categoria "centauro tutto l'anno"? Benissimo. Allora, a maggior ragione, sapete che gli pneumatici svolgono un ruolo di primaria importanza sempre, soprattutto però quando le temperature si abbassano e l'aderenza "normale" diminuisce. Per le moto, a differenza delle auto, non è previsto l'obbligo delle catene, ma se circolate nei mesi più freddi, come per le auto, esistono pneumatici più adatti all'inverno, che migliorano l'aderenza e aumentano la sicurezza. Attenzione però: in caso di neve agli scooter e alle moto non è permesso circolare, come chiarisce l'ordinanza Ministeriale: "Fuori dai centri abitati, lungo le strade frequentemente interessate da precipitazioni nevose e fenomeni di pioggia ghiacciata (freezing rain) nel periodo invernale, gli enti proprietari o concessionari di strade possono, ai sensi dell’articolo 6, comma 4, lettera e), del decreto legislativo n. 285/1992, prescrivere che i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, siano muniti di pneumatici invernali ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio", specificando poi che "Nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto".

Se da motociclisti diventate automobilisti

Chi abita in zone dove solitamente non nevica o chi non usa l'auto su strade dove vigono le ordinanze invernali fa bene a monitorare le previsioni per attrezzarsi in tempo (ce n'è ancora tanto). A loro e a quanti devono semplicemente cambiare gli pneumatici invernali o acquistare catene da neve consigliamo di cercare in queste settimane, prima che i prezzi lievitino; anche perché bisogna trovare le misure giuste e non è sempre facile quando la domanda è molto alta. Attenzione poi agli sconti, vi suggeriamo di confrontare sempre i prodotti: se ad esempio tra l'uno e l'altro ci sono condizioni commerciali diverse del 50-70% è meglio non fidarsi.

Ordinanze dietro l'angolo

Questioni di sicurezza stradale a parte, va ricordato che da metà novembre torneranno le ordinanze che su alcune strade rendono obbligatori gli pneumatici invernali o le catene a bordo. Dal 2010 ad oggi, queste ordinanze sono più che raddoppiate. Nell’inverno appena trascorso il numero delle province coinvolte è passato da 25 a 53, su un totale di 110; in pratica alla fine della stagione la metà delle province italiane ha adottato provvedimenti per la circolazione in inverno, coinvolgendo il 49% della popolazione italiana. E chissà quante altre amministrazioni locali si aggiungeranno alla lista se continueranno ad esserci previsioni come queste.

Autore: Eleonora Lilli

Tag: Curiosità , sicurezza , codice della strada , trasporti


Top