Special e Elaborazioni

pubblicato il 27 agosto 2014

DR Moto: la special che si può iscrivere al campionato MotoGP

Un appassionato a cui non mancano i soldi ha deciso di realizzare una MotoGP con motore Yamaha R1 per divertirsi in pista.

DR Moto: la special che si può iscrivere al campionato MotoGP
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 1
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 2
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 3
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 4
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 5
  • DR Moto special Yamaha R1 - anteprima 6

C'è chi propone delle elaborazioni più o meno pesanti per le moto attualmente in commercio, e c'è chi invece punta a realizzare una moto da gara a tutti gli effetti come questa incredibile DR Moto, che il suo creatore Dean Reynolds ha realizzato a partire dal motore di una Yamaha R1, arrivando alla possibilità di omologazione in MotoGP!

Il propulsore è l'ormai classico 4 cilindri in linea con albero a croce dell'ultima generazione di R1, pesantemente elaborato e circondato da una ciclistica davvero estrema. Tutto il resto della moto di serie è finito nel cestino, a partire dal telaio che ora è un doppio trave in alluminio lucidato con bretelle di rinforzo. di alluminio monoscocca ance iltelaietto regisella e dietro la ruota anteriore campeggiano due radiatori dalle dimensioni decisamente racing.

La forcella è un elemento Ohlins pressurizzata FG386, mentre il mono posteriore è un TTX36, che fa lavorare un forcellone in alluminio scatolato, elementi che non sfigurerebbero di certo su una moto schierata sulla griglia della MotoGP e che da soli costano più della R1 di serie. Anche i freni sono da MotoGP con i dischi carboceramici, mentre i cerchi superleggeri sono da 16,5 pollici come quelli del Motomondiale. L'elettronica racing è completa Motec M800 interamente ride-by-wire. le carene sono in carbonio.

Il suo creatore l'ha studiata per divertirsi nei track days, ovviamente senza badare a spese perchè il valore di questo gioiello è di 111.800 euro. Volendo, potrebbe iscriversi al campionato MotoGP nella categoria Open e cambiando le centraline con quelle uniche verrebbe accettato. Follie da veri appassionati!

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special , curiosità


Top