Curiosità

pubblicato il 9 agosto 2014

In Basilicata tornano i bonus carburanti

Arriva il decreto bonus carburanti: soldi a chi fa benzina in Basilicata. ecco il perché

In Basilicata tornano i bonus carburanti

Dopo un lunghissimo stop dovuto a un impiccio burocratico, la Basilicata riavrà i suoi bonus benzina. Per la precisione, i patentati di quella regione. Per decreto, sono stati riattivati i bonus carburanti a favore delle regioni dove si estraggono idrocarburi. Lo stesso decreto riconosce la partecipazione a quote di un fondo alle regioni nelle quali si trovano impianti di rigassificazione: Veneto e Liguria.

Ma perché quei soldi a quelle regioni? Semplice: dopo l’inquinamento, il disagio, le trivellazioni, i macchinari, le inevitabili ripercussioni sull’ambiente (inutile negarlo, le parole del Governo Renzi sulle nuove forme di energia sono aria fritta…), i cittadini delle regioni dove si estraggono idrocarburi hanno diritto a un compenso in denaro.

A partire dalle due annualità sospese (per le produzioni 2011 e 2012), che saranno erogate entro i primi mesi del 2015, chi ha un reddito annuale inferiore a 28.000 euro riceverà un bonus doppio rispetto a coloro che ha redditi più alti. Ecco un caso classico: famiglia di quattro patentati, ognuno con reddito inferiore ai 28.000 euro l’anno, “rimborso” complesivo di 1.500 euro. E per il 2013 (da erogare nell’estate 2015), benefici per tutti, anche non patentati, sempre in quelle regioni. Ecco perché i bonus erano stati bloccati: questioni di pressioni politiche e di lobby, con qualche esponente del Nord che voleva bloccare i benefici per il Sud...

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , carburanti , trasporti


Top