Attualità e Mercato

pubblicato il 3 agosto 2014

ANIA contro alcol e droga alla guida!

Nuova iniziativa per prevenire i sinistri dovuti all’ebbrezza e agli stupefacenti

ANIA contro alcol e droga alla guida!

L’alcol causa un incidente grave su tre, secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità; senza contare che alcol e droga sono alla base di almeno il 35% degli atti di pirateria stradale in Italia. Nell’ultimo anno, da noi, 3.653 persone hanno perso la vita in sinistri e una vittima su cinque aveva meno di 30 anni: ecco perché torna per una nuova iniziativa l’hashtag contro gli incidenti lanciato dalla Fondazione Ania (onlus delle Assicurazioni) #nonrischioperché. Un mese di manifestazioni con la Polizia di Stato in 5 località per trasformare la sicurezza stradale in evento, con quiz a tema, prove al simulatore di guida e il coinvolgimento virale, grazie ai social network.

In tutta Italia

Dopo le tappe di Forte dei Marmi, Tropea, a Vieste (sino al 5 agosto), dal 7 al 12 agosto è la volta di Rimini, col gran finale dal 14 al 19 agosto a Lignano Sabbiadoro. Ogni giorno, dalle 15 alle 21, un van della Fondazione Ania sosterà nelle piazze principali di queste località: ci sarà la possibilità di partecipare a un quiz sulla sicurezza stradale e di svolgere prove di guida sicura al simulatore. In contemporanea, sulle spiagge, verranno proposti ai bagnanti quiz sulla sicurezza. Ai partecipanti, saranno consegnati gadget a tema, tra i quali etilometri monouso con informazioni sulla guida in stato di ebbrezza. Tutte le persone coinvolte nell’iniziativa verranno invitate a condividere un pensiero contro gli incidenti stradali usando, sui principali social network, l’hashtag #nonrischioperché. Nella zona del van sarà presente anche una pattuglia della Polizia stradale a disposizione dell’utenza per provare l’etilometro e per lo svolgimento di attività di comunicazione e sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale.

Quali limiti

Ricordiamo che per quasi tutti vige il limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Invece, per chi ha la patente B da meno di un anno, c’è al tolleranza zero: i neopatentati non possono toccare neppure un goccio di alcol prima di guidare. Al di là delle multe, occhio alla rivalsa: se causate un sinistro in stato alterato, l’Assicurazione risarcisce i danni, ma poi si rivale su di voi, avendo diritto all’intero rimborso. Che raggiunge milioni di euro in fretta, in presenza di feriti gravi: ci si rovina l’esistenza con un bicchierino prima di salire in sella...

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , alcol


Top