Sport

pubblicato il 12 luglio 2014

MotoGP 2014, Sachsenring: Marquez ritrova la pole

Prima fila tutta Honda con Pedrosa e Bradl, mentre Valentino è sesto

MotoGP 2014, Sachsenring: Marquez ritrova la pole

Marc Marquez non ha mancato l'appuntamento con il record neppure oggi: dopo aver lasciato le ultime due pole position a Dani Pedrosa ed Aleix Espargaro, al Sachsenring il pilota della Honda si è rifatto con gli interessi, firmando la sua settima partenza al palo stagionale, ma soprattutto diventando il primo capace di infrangere il muro dell'1'21" sul tracciato tedesco.

Fino alla Q2 odierna il primato era di Casey Stoner, ma "El Cabronsito" lo ha polverizzato in 1'20"937. Un crono che tra le altre cose ha realizzato mentre la RC213V gemella di Pedrosa, che sembrava il suo principale antagonista nella caccia alla pole, finiva a terra alla curva 1. Prove finite quindi per "Camomillo", che si è dovuto accontentare del secondo tempo a 296 millesimi.

Ma in generale è stata grande festa Honda, perché Stefan Bradl ha fatto valere il fattore casalingo piazzando la sua RC213V della LCR in terza posizione, soffiando così l'ultimo posto disponibile in prima fila ad Aleix Espargaro, che non è riuscito a far valere la gomma più morbida della sua Forward Yamaha "Open": lo spagnolo alla fine è stato beffato per appena 36 millesimi.

Forse ci si attendeva un qualcosina in più anche dalle due Yamaha M1 ufficiali, che invece non ono riuscite ad andare oltre alla quinta ed alla sesta posizione con Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. In particolare è il distacco del duo della Casa di Iwata a preoccupare un pizzico, perché mezzo secondo e sette decimi sono tanti su una pista breve come questa.

Tra le altre cose, ad Andrea Iannone ed alla sua Ducati sarebbe bastato davvero poco per relegare il "Dottore" in terza fila: i due italiani, infatti, sono separati da soli 28 millesimi. Il portacolori del Team Pramac avrà quindi al suo fianco le due Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro e Bradley Smith, con il britannico che è incappato addirittura nella quarta caduta di questo weekend, che sta diventando davvero disastroso.

Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa con Alvaro Bautista, Andrea Dovizioso e Nicky Hayden ed in particolare è stata una bella sorpresa la prova dell'americano del Team Aspar, il più veloce in Q1 con la sua Honda RCV1000R. Eliminato quindi Cal Crutchlow, caduto quando stava facendo segnare degli intertempi interessanti e quindi solamente 15esimo in griglia. Peccato anche per Danilo Petrucci, che chiuderà il gruppo con la sua ART-Aprilia.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti , personaggi famosi


Top