Curiosità

pubblicato il 2 luglio 2014

Problema sicurezza in Pakistan: troppi incidenti causati dai vestiti troppo lunghi

Sembra una banalità ma causa centinaia di incidenti e feriti: le vesti lunghe e larghe dei passeggeri si incastrano su ruote e catena delle moto

Problema sicurezza in Pakistan: troppi incidenti causati dai vestiti troppo lunghi

Il Pakistan è uno dei paesi che sta vivendo il "boom" della mobilità urbana con la diffusione sempre più massiccia di moto e scooter di piccola cilindrata per muoversi nelle sempre più caotiche città orientali. Karachi, città più popolosa dello stato, è sempre più congestionata ma c'è un grosso problema che riguarda la sicurezza: le vesti tradizionali del popolo pakistano.

Una ricerca condotta dal dipartimento d'emergenza dell'Aga Khan University Hospital assieme ad altre associazioni di ricerca e prevenzione pakistane e canadesi, ha evidenziato come le donne che siedono come passeggere subiscono gravi infortuni per colpa dei loro vestiti che vanno a incastrarsi sugli organi mobili della moto come ruote o catena. Le passeggere pakistane rischiano 31 volte di più della media e negli ultimi 3 anni sono stati registrati 986 infortuni per incidenti di questo tipo.

Anche gli uomini indossano lunghi vestiti simili a quelli delle donne ma essendo loro la quasi totalità dei guidatori, è molto più difficile avere lo stesso tipo di inconveniente dalla sella del pilota. I passeggeri, infatti, sono coinvolti nel 97% dei casi in questo tipo di incidente.

Karachi è l'esempio preso in considerazione per questo studio, ma sono molte le città dell'est a maggioranza musulmana con problemi di questo tipo, a conferma della necessità di un'educazione sulla sicurezza in moto che dire scarsa, in certi luoghi, è un eufemismo. Per ora si stanno muovendo le case costruttrici, che hanno dichiarato di voler mettere a punto delle speciali coperture per le ruote che evitano in parte questi banali ma pericolosissimi probelmi.

 

 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , sicurezza


Top