Itinerari

pubblicato il 26 giugno 2014

Consigli sul mangiar sano prima di un viaggio in moto

Mai “ingolfarsi” di grassi e fritti tanto per cominciare... e zero alcol. Ecco alcuni suggerimenti utili

Consigli sul mangiar sano prima di un viaggio in moto

Prima di partire per un viaggio in moto, breve o lungo che sia, non fate l'errore di credere che aver fatto una buona manutenzione alla propria compagna di viaggio (e parliamo di moto!) sia sufficiente. Pur essendo diventate sempre sicure con la tecnologia che ci assiste sempre costantemente, il primo elemento in ordine di importanza: l'uomo. lui che, anzitutto, deve avere il “motore” a posto e, perché questo avvenga, ci sono alcune regole da rispettare prima e durante il viaggio (meglio anche dopo in alcuni casi!) come, per esempio, una dieta appropriata prima di guidare in autostrada o sulle statali.

Specie con il caldo africano di questi giorni, serve bere acqua, molta acqua. Idratarsi e mettere a disposizione dell’organismo liquidi in abbondanza. Mai invece toccare neppure un goccio d’alcol. È vero che il Codice della Strada è di manica larga: il limite è (per i guidatori esperti) di mezzo grammo di alcol per litro di sangue. Ma si deve guidare completamente sobri.

Grosso modo, facendo una media approssimativa, sotto il Sole l’organismo brucia 200 calorie all’ora. Un dato che varia a seconda dello stile di guida, dello stress imposto dal traffico. Comunque, la prima colazione non va mai saltata: basta una tazza di tè, con fette biscottate e miele. Se siete abituati, può anche andare bene il latte scremato, con poco caffè.

A pranzo, state leggerissimi: è sufficiente un piatto di pasta con condimento light, o un risottino. Per cena invece, va bene la carne bianca, o la bresaola con olio (poco) e limone. O petto di tacchino. Alla larga come la peste da cibi grassi o fritti, patatine e focacce farcite, difficili da digerire. La stanchezza e il colpo di sonno stanno sempre in agguato, anche la sera, magari dopo cena e per un breve trasferimento. È vero che nelle aree di sosta attrezzate talvolta vendono piatti o panini elaborati, ma questo non vi autorizza di certo a rimpinzarvi di alimenti “macigni”, che magari - tutt’al più - possono essere mangiati dai passeggeri. Sempre ok pane e verdure grigliate, un po’ grana, uova alla coque e grissini. E poi tanta verdura e frutta fresca.

Non forzate la mano e fate soste frequenti se dovete guidare sotto al sole: per un pit stop alla toilette, o anche solo per sgranchirvi le gambe o ,più in generale, per allentare la tensione della guida. Massima cautela coi caffè: un eccesso di caffeina provoca sudorazione intensa, quando non palpitazioni.

Autore: Redazione

Tag: Itinerari , turismo , sicurezza , codice della strada


Top