Curiosità

pubblicato il 14 giugno 2014

Triumph Milano City Tour by Night 2014

Ben 350 partecipanti per il terzo raduno dedicato alla passione per le moto inglesi

Triumph Milano City Tour by Night 2014

Si è svolto giovedì 12 giugno il rmotogiro notturno per le strade di Milano, organizzato per il terzo anno consecutivo dal Triumph Club Milano. Anche questa volta si è battuto il record, con un totale di 350 moto partecipanti, quasi tutte con pilota e passeggero a bordo, rispetto alle 294 dello scorso anno. "Infiltrati" tra i tanti amanti delle moto della storica Casa inglese c’eravamo anche noi di OmniMoto.it, a bordo della fiammante Tiger 800 XC SE Limited Edition che stiamo testando per una prova di lungo periodo.

Le motociclette hanno iniziato a radunarsi nel grande parcheggio vicino alla fermata Pagano della metro verso le 20.00, dove ci sono state quasi due ore a disposizione per registrarsi, salutarsi, e chiacchierare sia tra abituali utenti del club, che raccoglie veramente tanti iscritti e sempre molto attivi, sia con chi semplicemente è proprietario di una Triumph, e si è visto nei giorni scorsi invitare da perfetti sconosciuti collegati semplicemente dalla stessa passione, o ha trovato un volantino di invito sulla sua moto parcheggiata sotto casa o sotto l’ufficio. Questo è stato anche il momento per lustrarsi gli occhi, ammirando i tanti esemplari di Triumph presenti, da quelle più originali alle Special più particolari, dai modelli più recenti a quelli che hanno tante primavere alle spalle e hanno fatto la storia della casa inglese. Alle 22.00 il corteo ha preso il via per le strade della città, facendo sfilare rigorosamente, almeno nei primi chilometri, prima le moto Classic, seguite dalle Tiger e subito dietro le Speed e Street Triple, tendenzialmente le più chiassose del gruppo! Da ammirare anche piloti e passeggere che hanno affrontato oltre un’ora di guida nel traffico sulle sportivissime Daytona.

Il giro ha visto l’attraversamento delle zone più centrali della città, compreso un suggestivo passaggio direttamente in piazza del Duomo. Non c’è dubbio che tra un colpo di clacson, una sgasata al limitatore ed un burnout improvvisato, si possa aver disturbato qualche milanese intenzionato a dormire presto, ma sono state anche tantissime le persone che hanno salutato calorosamente il carosello dai marciapiedi, dai locali all’aperto o direttamente dai balconi delle case. Personalmente dobbiamo ammettere che resistere al calore soffocante sprigionato da centinaia di motori costretti a passo d’uomo, perennemente con la ventola accesa, in una serata estiva da oltre 30 gradi di temperatura non è stato semplice, ma poi ci ripensiamo e siamo certi che lo rifaremmo anche domani!

Questi sono momenti di condivisione di una passione che fanno solo bene e sono tendenzialmente apprezzati anche dal popolo che non frequenta le moto, ma ne riconosce un fascino speciale. Bisogna poi ammettere che Triumph è un marchio capace di affascinare particolarmente, e di fatti tendenzialmente i suoi eventi sono come ciambelle che escono sempre con il buco, in particolare quando ad organizzare c’è il Triumph Club Milano.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , raduni


Top