Novità

pubblicato il 12 giugno 2014

Erik Buell Racing 1190 SX

La nuova naked derivata dalla superbike mantiene un look aggressivo e il faro anteriore della supersportiva americana

Erik Buell Racing 1190 SX

EBR è il marchio che ha riportato in attività Erik Buell dopo la chiusura del suo marchio da parte di Harley-Davidson, che ne possedeva la proprietà. Negli anni a seguire, Erik ha rilevato gli impianti produttivi totalmente fermi dalla Casa di Milwaukee e ha firmato un accordo di collaborazione con l'indiana Hero MotorCorp, che ha finanziato una lunga serie di progetti come l'ingresso in Superbike con la 1190 RX e l'arrivo di due nuove moto derivate dalla stessa piattaforma, una delle quali è la 1190 SX di questo articolo.

TOGLI LA CARENA E OTTIENI LA "SX"
Si tratta di una naked streetfighter derivata dalla supersportiva, quindi un mezzo ad altissime prestazioni nonostante il manubrio alto e l'assenza di protezione aerodinamica, un concetto di moto già visto in Europa con la Ducati Streetfighter, la Aprilia Tuono e la BMW S 1000 R. Per ora la Erik Buell Racing ha diffuso solo qualche scatto e nessun dato tecnico, ma i connotati dovrebbero rimanere molto simili alla RX.

La ciclistica sembra invariata, con una forcella molto "in piedi" e il telaio doppio trave che ingloba il serbatoio carburante. Anche cerchi e motore rispettano le caratteristiche della superbike ma ora ci sono due fianchetti a proteggere i radiatori e un piccolo cupolino he mantiene il faro originale. Il motore della versione Superbike offre 185 CV a 10.600 giri e una coppia di 137,8 Nm a 8200 giri, valori che potrebbero cambiare leggermente con una coppia spostata più in basso e una potenza massima inferiore. Potremo toccarla con mano al prossimo salone Eicma di novembre, a Milano.

Autore: Redazione

Tag: Novità , bicilindriche , superbike , 1200


Top