Attualità e Mercato

pubblicato il 12 giugno 2014

Assicurazione Rca moto: ancora rincari e se sei donna potresti pagare di più...

Lo ha rivelato l’Ivass. E il mercato ne risente, dalle moto agli scooter, nuovi e usati

Assicurazione Rca moto: ancora rincari e se sei donna potresti pagare di più...

Ancora pessime notizie sul fronte Rca per chi ha una moto, tanto per cambiare. Da poco, l’Ivass (vigila sulle Assicurazioni) ha eseguito il solito monitoraggio dell’andamento dei prezzi Rca praticati in 21 province italiane. Fra i profili presi in esame durante il 2013, un diciottenne, con ciclomotore di 50 cc alimentato a benzina; un diciottenne, con motociclo di 250 cc: tutti e due in classe 14, quella d’ingresso, la più cara. Poi un quarantenne con motociclo di 200 cc, in classe 4.

Per i quarantenni in classe 4, su motocicli con cilindrata di 200 cc, i prezzi nazionali medi di listino si sono mantenuti costanti (+0,4%), mentre i diciottenni con ciclomotori di 50 cc in classe d’ingresso hanno visto le tariffe medie nazionali aumentare del 3%. Sul territorio nazionale, le tariffe medie di listino praticate ai diciottenni che guidano un motociclo di 250 cc assicurato in classe 14 aumentano del 7% a Roma (1.350 €) e del 6% a L’Aquila (870 €), Potenza (975 €) e Campobasso (847 €). In queste ultime due province, la medesima percentuale d’incremento tariffario (6%) è mediamente applicato anche a tutti gli altri profili relativi a ciclomotori e motocicli. Il quarantenne con motociclo di 200 cc. in classe. 4 vede la propria tariffa media in costante aumento soprattutto nelle grandi città del centro-sud, con un aumento del 3% a Roma (529 €) e dell’1% a Napoli (1.025 €), dove continua a registrarsi la tariffa media più elevata, mentre tariffe medie inferiori a 230 euro si osservano ad Aosta, Bolzano, Trento e Perugia ove si registrano riduzioni fino al 2%.

La seconda brutta notizia è che le tariffe delle donne salgono ancora di più. Il motivo? Per l’Unione Europea, l’Italia doveva uniformare le Rca di maschi e femmine: e le Assicurazioni hanno pensato bene di alzare i prezzi delle signore anziché abbassare quelle degli uomini.

Se il mercato delle moto non va a gonfie vele, forse la causa va in parte ricercata anche nel caro-Rca. Spesso, specie al Sud, le tariffe sono così esplosive dal dissuadere dal compare una moto. Il caso del Yamaha T-Max è emblematico, e non parliamo solo de prezzo di listino elevato: le tariffe Rca salgono e rendono quel mezzo ancora meno appetibile. Fra l’altro, la regola che consente a un giovane di entrare nella stessa classe di merito di un familiare convivente serve a poco o a nulla: le Compagnie fanno pagare tariffe molto più costose a chi ha ereditato la classe rispetto a chi l’ha guadagnata sul campo. Così, di fatto, la legge Bersani del 2007 è stata neutralizzata.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , assicurazione


Top