Curiosità

pubblicato il 4 giugno 2014

Altri guai burocratici per Valentino Rossi: abuso edilizio al Moto Ranch La Biscia

Il campione marchigiano non riesce a stare lontano dai guai con il fisco, questa volta non tornano i conti al Ranch. La Procura infligge una multa per Falso e Reati Ambientali

Altri guai burocratici per Valentino Rossi: abuso edilizio al Moto Ranch La Biscia

Valentino Rossi sembra non essere proprio amico di stato e burocrazia italiana. Ricordate le vicende riguardo l'evasione fiscale legata alle aziende che curano la sua immagine? A distanza di diversi anni un altro pasticcio burocratico ha costretto la famiglia Rossi a pagare una cospicua somma per risistemare i conti, questa volta però si tratta di un abuso edilizio, precisamente quello del Ranch di Tavullia

ABUSO EDILIZIO, SI SISTEMA CON UNA MULTA
La Procura ha fatto un esposto per Falso e Reati Ambientali all'azienda di Graziano Rossi, a cui è intestato il Motoranch La Biscia, secondo il quale il suolo su cui è stata costruita la pista non sarebbe stato registrato a dovere dopo le modifiche di ampliamento dell'attività e quindi c'è bisogno di pagare una multa per mettere in regola tutta l'attività. Il papà del 9 volte campione del mondo dovrà sborsare 13.000 euro e finalmente tutto tornerà di nuovo in regola... più o meno.

LA CAUSA CON I VICINI
Secondo alcuni vicini di casa che abitano proprio a ridosso del circuito di dirt track della famiglia, hanno fatto reclamo alla Procura e al Tar per la cessazione di ogni attività presso il Ranch, questo perchè il rumore generato dalle moto infastidisce alcuni abitanti delle ridenti colline tavulliane. La causa è ancora in corso e sono coinvolte anche le società che hanno costruito il circuito. Come andrà a finire questa volta?

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , piloti , personaggi famosi


Top