Attualità e Mercato

pubblicato il 29 maggio 2014

Sciopero nazionale dei trasporti: 29 e 30 maggio

Disagi in tutta Italia per la protesta dei dipendenti che contestano le privatizzazioni e denunciano la riduzione dei servizi

Sciopero nazionale dei trasporti: 29 e 30 maggio

Oggi e domani, venerdì 30, saranno giornate piuttosto complesse per i trasporti, in tutta Italia. Prima è toccato ai treni, con pesanti ripercussione anche sull'Alta Velocità ma anche Intercity, poi sono seguiti aerei - personale Sea e Sea Handling, assistenti di volo EasyJet, personale gruppo Meridiana e assistenti di volo del Gruppo Alitalia Cai, solo per citarne alcuni - e trasporti locali come tram, autobus e metro. La causa? I dipendenti pubblici contestano le privatizzazioni e la riduzione dei servizi, i tagli, i licenziamenti e la compressione dei salari.

A Roma questa mattina una delegazione di lavoratori si è posizionata sotto al ministero delle Infrastrutture e Trasporti in piazzale di Porta Pia per sostenere le azioni di sciopero indette dall'USB. Al sottosegretario Umberto Del Basso de Caro è stato consegnato un documento contenente le proposte del sindacato che venerdì sciopera garantendo le fasce di servizio minimo.

GLI ORARI DELLO SCIOPERO
In adesione allo sciopero nazionale di 4 ore i mezzi pubblici si fermano dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio, per riprendere il lavoro al termine della protesta con partenze dai depositi o rimesse di appartenenza. Il personale addetto alla verifica e alle biglietterie sciopererà con le stesse modalità del personale di movimento. Per i lavoratori degli uffici, degli impianti fissi, per quelli della trazione a turno fisso e per tutto il personale non indicato, lo sciopero avverrà per 3 ore a fine turno.

I MOTIVI DELLO SCIOPERO
All'USB, che ha evidenziato lo gravità della crisi nei Trasporti, il sottosegretario Del Basso de Caro si è detto cosciente delle problematiche ed ha espresso la volontà di aprire con l’USB quattro tavoli di confronto relativi alle specifiche tematiche del comparto Trasporti. "Pur apprezzando l’impegno da parte del sottosegretario, e auspicando che si costruiscano le condizioni per restituire il giusto rilievo al comparto, l'USB conferma gli scioperi nazionali del 29 e il 30 maggio e chiama i lavoratori ad aderire per rafforzare il percorso aperto con molteplici iniziative di mobilitazione", si legge in una nota ufficiale.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sciopero , trasporti


Top