Sport

pubblicato il 24 maggio 2014

Superbike 2014, Donington: Giugliano in Superpole sotto al diluvio

L'italiano cade nel finale, ma questo non gli impedisce di mettere la Ducati davanti a tutti

Superbike 2014, Donington: Giugliano in Superpole sotto al diluvio

Superpole 2 bagnata, Superpole 2 fortunata per la Ducati, che con un Davide Giugliano in grande spolvero sotto l'acqua ha conquistato la pole position di Gara 1 del Gran Premio d'Inghilterra, a Donington.

Nonostante una caduta nei secondi finali del turno decisivo, il pilota italiano ha regolato per appena un decimo di secondo Leon Haslam su Honda CBR1000RR e per due decimi la prima delle Aprilia RSV4 Factory, guidata da Marco Melandri.

La seconda fila è invece occupata da Alex Lowes su Suzuki, Sylvain Guintoli sulla seconda Aprilia ufficiale e Loris Baz sulla prima delle Kawasaki ZX-10R.

Il campione del mondo in carica Tom Sykes aprirà invece la terza fila. Per il centauro Kawasaki qualche problema con la messa in temperatura degli pneumatici, che gli hanno impedito di conquistare posizioni migliori. Al fianco di Sykes troviamo invece la Honda CBR1000RR di Jonathan Rea, il quale ha letteralmente buttato via una pole position ormai acquisita - dato il suo talento in condizioni di pista estreme - cadendo a pochi minuti dal termine, quando stava per abbassare il miglior tempo momentaneo di ben un secondo. Nono posto per Toni Elias, che è riuscito ad accedere alla lotta per la pole dopo essersi qualificato tra i primi due nella Superpole 1.

Il decimo posto è occupato dal vice campione 2013 Eugene Laverty, su Suzuki GSX-R 1000. Al suo fianco prenderà il via la seconda Ducati ufficiale di Chaz Davies e la Bimota BB3 di Ayrton Badovini. Il pilota italiano ha però dovuto saltare la Superpole 2 a causa di una caduta nella sessione precedente.

In Superpole 1 cadute anche per Niccolò Canepa (Ducati 1199 Panigale R) al tornantino prima dell'ingresso della corsia box e per Leon Camier (BMW S1000 RR).

Autore: Giacomo Rauli

Tag: Sport


Top