Sport

pubblicato il 20 maggio 2014

Simon Andrews ha perso la vita dopo l'incidente di sabato alla North West 200 - VIDEO

Un terribile incidente ha strappato al mondo delle corse uno dei piloti di punta del campionato Road Racing. Lunedì pomeriggio i medici ne hanno comunicato il decesso

Simon Andrews ha perso la vita dopo l'incidente di sabato alla North West 200 - VIDEO

Simon Andrews, pilota fra i più talentuosi delle Road Racing e nelle gare Endurance, non è sopravvissuto ai danni causati dalla caduta di sabato scorso durante la North West 200 e in tarda serata di lunedì i medici del Royal Victoria Hospital ne hanno comunicato il decesso. Aveva 31 anni e una carriera non troppo lunga alle spalle ma con notevoli successi. Quest'anno stava correndo come sempre il campionato Road Racing e anche il BSB con la Honda ufficiale sponsorizzata dalla Royal Air Force e la BMW S 1000 RR che guidava nella gara Superstock quando ha avuto l'incidente.

SIMON NON CE L'HA FATTA
Il weekend dal clima incerto lungo il percorso della NW200 ha contribuito a molte cadute, con diversi piloti finiti in ospedale e uno ancora in prognosi riservata. Simon è caduto in rettilineo nella zona Metropole, a una velocità altissima che ha fatto da subito pensare al peggio per lui. I medici e la famiglia sono stati molto riservati e non hanno mai comunicato quanto gravi fossero le sue condizioni, dopo quasi due giorni di lotta, Simon si è dovuto arrendere.

La compagna e i familiari sono distrutti, suo padre Stuart Andrews ha commentato così: "Siamo orgogliosi di tutti i suoi traguardi, le corse erano tutto per lui e ha sempre preferito le gare su strada rispetto a quelle in pista. Diceva che niente era coem le road races e ci metteva tutta la sua passione in quello che faceva". La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi. Riposa in pace Simon. Il video qui sotto può far capire la violenza della caduta. Le immagini sono agghiaccianti.

Autore: Redazione

Tag: Sport , gare , piloti


Top