Attualità e Mercato

pubblicato il 16 maggio 2014

Rinasce la Bultaco e presenta una moto elettrica

La storia del marchio spagnolo riparte a trent’anni dalla chiusura lanciando una moto elettrica

Rinasce la Bultaco e presenta una moto elettrica

La storia del motociclismo è costellata di nomi e di marchi che hanno visto la luce nel secondo dopoguerra e che poi sono scomparsi o perché acquisiti da altre Case, o per un naturale processo di estinzione. Alcuni di questi marchi hanno avuto vita in Spagna, terra che tra gli anni sessanta e settanta si specializzò fortemente nella produzione di moto da enduro o, come si diceva un tempo, da "regolarità". Due erano i marchi più noti in Spagna: Montesa e Bultaco, nomi legati tra loro perché Francisco Bultò fu fondatore di entrambi: il primo nel 1944 insieme a Pere Permanyer Puigjaner, e il secondo nel 1958, ma in autonomia.
Le due aziende ebbero storie e destini differenti, con la Montesa che entrò nell’orbita Honda nel 1982, mentre la Bultaco chiuse i battenti nel 1983 e il marchio finì nelle mani della Sherco.

IERI TRIAL, FUORISTRADA E GP, DOMANI MOTO ELETTRICHE
La Bultaco, negli suoi 25 anni di attività ebbe un successo notevole, dovuto soprattutto ai successi nel Trial, disciplina in cui la marca "barceloneta" conquistò il mondiale dal 1975 al 1979 con la Sherpa. In quegli stessi anni la Bultaco si specializzò anche nel settore delle corse su pista, diventando mattatrice della classe 50 cc, con i titoli mondiali di Angel Nieto nel 1976 e 1977 e con quelli di Ricardo Tormo nel 1978 e 1981.

Il marchio Bultaco è stato recentemente acquisito da una nuova società, capeggiata da Gerald Pöllmann che ne è il Presidente e che ha un passato nel colosso dell’automotive Magna Steyr. Gli headquarters della nuova Bultaco avranno sede a Madrid, nel Parco tecnologico di Leganès, una zona industriale nella periferia sud della Capitale spagnola.

La rinascita ufficiale della Bultaco è fissata alle ore 20.00 di sabato 17 maggio, quando il nuovo managment si presenterà a Londra con una conferenza stampa. Le uniche informazioni che abbiamo ricevuto in anticipo riguardano non solo il fatto che il marchio Bultaco tornerà in attività, ma anche che il primo prodotto che verrà commercializzato sarà una moto elettrica. E visto che il gruppo industriale da cui Pöllmann proviene è uno dei più avanzati, non è difficile ipotizzare che questi abbia scelto per la nuova Bultaco di attingere alle tecnologie più avanguardistiche disponibili oggi sul mercato.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , emissioni zero


Top