Eventi

pubblicato il 15 maggio 2014

Adria 500 Miles FIM Europe Cup: in programma il 25 ottobre

Una proposta inedita: una 500 miglia aperta a tutte le moto dagli anni 70 a oggi

Adria 500 Miles FIM Europe Cup: in programma il 25 ottobre

Le gare di Endurance sono incontestabilmente le più epiche ed eroiche dell’intero panorama agonistico su pista. Vedere piloti e mezzi impegnati in una gara di durata è un’esperienza unica che rende lo spettatore protagonista della gara più di qualsiasi altra competizione. Sfortunatamente la cultura delle gare di Endurance non è così diffusa in Italia, mentre in altri paesi, Francia in primis, una gara di durata raduna un pubblico dello stesso ordine di grandezza di quello della MotoGP.
Una nuova proposta in materia arriva invece proprio in Italia da parte della R3+, società che un tempo aveva il nome di Rosso Racing. L’idea della R3+, capitanata da Stefano Ricevuti è di mettere insieme l’epicità di una gara di durata, con il fascino delle moto classiche, creando un appuntamento che ha tutti i presupposti per affermarsi a livello internazionale, la Adria 500 Miles FIM Europe Cup.

500 MIGLIA AD ADRIA, CON MOTO DAL 1970 AD OGGI
La Adria 500 Miles si terrà il 25 ottobre sull’autodromo di Adria, e sarà una gara di Endurance a tutti gli effetti, con partenza in stile Le Mans. Lo start è previsto per le 13.30 di sabato e le moto dovranno essere dotate di fanali, visto che correndo in autunno inoltrato, una buona metà dei 500 miglia previsti si correranno all’imbrunire. Nelle intenzioni degli organizzatori c’è il desiderio di semplificare il più possibile la vita a piloti e squadre, limitando il più possibile le complicazioni regolamentari. Tutte le moto in gara, infatti, potranno essere preparate secondo il regolamento Open, quindi molto permissivo e inoltre sarà possibile correre con qualsiasi moto 4 tempi dagli anni settanta a oggi.
L’organizzatore dichiara di ispirarsi liberamente alla 8 Ore di Suzuka, soprattutto per quanto riguarda la partecipazione aperta a moto di epoche diverse, ampiamente elaborate ed aggiornate con parti moderne.

DA UNO A QUATTRO CILINDRI
Sulla stessa griglia di partenza saranno così riunite moto da 1 a 4 cilindri, con cubature comprese tra 445 e 1347 cc, senza limitazioni di categoria. Le classi in gara saranno tre: Silver Cup che schiererà i mono da 445 a 720 cc, i bicilindrici da 535 a 749 cc (se Ducati solo motori 2V ad aria), 3 e 4 cilindri da 395 a 597 cc più le Open Legends che sono tutte le moto costruite prima del 31 dicembre 1982.
La categoria intermedia sarà la Gold Cup in cui correranno le bicilindriche da 750 a 1.095 cc (motori 748/749 Ducati inclusi), 3 e 4 cilindri da 598 a 955 cc, mentre la classe più competitiva sarà la Platinum Cup nella quale correranno i bicilindrici da 1.096 a 1.225 cc e i 3/4 cilindri da 956 a 1.145 cc. In tutte e tre le classi sarà possibile correre con una naked, guadagnando una tolleranza di cilindrata del 10%.

La quota di iscrizione è fissata in 1.650 euro Iva inclusa per moto, e ogni equipaggio potrà contare un massimo di tre piloti. Per maggiori informazioni e per scaricare regolamento e scheda di iscrizione potete andare su: www.adria500miles.com

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , monocilindriche , bicilindriche , 1000 , tricilindriche , quadricilindriche , 600 , pista , curiosità , gare , endurance , epoca , piloti , 800 , 1200 , 1400 , 500


Top