Epoca e Classiche

pubblicato il 9 maggio 2014

ASI Motoshow 2014: Yamaha protagonista

Va in scena questo weekend il più grande evento europeo per le moto d’epoca. A Varano dè Melegari si entra gratis!

ASI Motoshow 2014: Yamaha protagonista

Prende il via oggi presso l’autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari la tredicesima edizione dell’ASI Motoshow, la tre giorni motociclistica dedicata alle moto classiche più prestigiosa d’Europa. Fino a domenica 11 Maggio, infatti, ad essere protagonista in pista sarà la storia della moto d’epoca, un impagabile "the best of" incarnato da quanto di meglio è stato costruito nel mondo due ruote dalle origini del motociclismo sino al 1993, e nobilitato dalla presenza dei miti che hanno contributo a scrivere la leggenda delle corse.

YAMAHA PRESENTE
All’atteso appuntamento emiliano la Yamaha ha risposto con una partecipazione importante, visto che il palcoscenico dell’ASI Motoshow 2014 si aprirà proprio per ricordare il cinquantesimo anniversario del primo successo iridato di Yamaha, campione del mondo nel 1964 con Phil Read. Il settantacinquenne pilota inglese sarà ovviamente l’ospite d’onore di questa celebrazione, approfittando anche per lanciare un nuovo libro autobiografico che l’otto volte campione del mondo presenterà proprio presso lo stand ASI presente in circuito.
Yamaha Motor Racing sarà inoltre ufficialmente presente all’evento portando in pista l’ex iridato Luca Cadalora in sella alla celebre Yamaha YZR-M1 MotoGP in versione 50th Anniversary, che usarono Jorge Lorenzo e Ben Spies nel 2011.

Tra le molte Yamaha presenti gli appassionati potranno ammirare alcuni esemplari provenienti sia dall’incredibile Collezione privata Moto Poggi COMP di Villanova di Castenaso, come per esempio una Yamaha TZ700, che forniti direttamente dalla casa madre, tra i quali cimeli come una Yamaha OW31, la Yamaha TZ350 di Roberto Anelli e la Yamaha R7 del 1999.

ROBERTO GALLINA TRIBUTE
Sempre in occasione di ASI Motoshow 2014 verrà celebrato un altro cinquantesimo dedicato al mezzo secolo di attività motociclistica di un altro ex pilota Yamaha, Roberto Gallina, uno dei personaggi più poliedrici del settore, passato nel corso della sua carriera nei ruoli di pilota, team manager e costruttore. Il "Roberto Gallina Tribute" si articolerà in un’esposizione nel paddock di tutte le moto con cui corse, che gestì e che realizzò in prima persona, e con una parata rievocativa in pista che vedrà tornare sfrecciare tra i cordoli assieme all’ex pilota spezzino due volte campione italiano, tutti i piloti che hanno corso con lui o per lui: Marco Lucchinelli, Franco Uncini, quest’ultimo per la prima volta in assoluto ospite ad ASI Motoshow, Virginio Ferrari, Loris Reggiani, Graziano Rossi, Pierfrancesco Chili, Gianfranco Bonera e Michele Gallina, figlio di Roberto.

LA PARATA DEI CAMPIONI
Ciliegina sulla torta dell’Asi Motoshow è storicamente la "Parata dei Campioni", che vedrà schierarsi in pista, oltre ai nomi già ricordati, anche Freddie Spencer, Pier Paolo Bianchi ed Eugenio Lazzarini. A Varano sono già presenti oltre un migliaio di moto classiche e d’epoca che trasformeranno l’autodromo Emiliano in un vero e proprio museo a cielo aperto. Il grandioso aspetto tecnico della manifestazione sarà costituito sia dalle moto esposte dai vari collezionisti presenti, che dalle mostre allestite da molti club. Oltre a ciò vi saranno molti altri motivi d’attrazione sia in pista che fuori, tutti accomunati da un denominatore: la fruibilità da parte di chiunque grazie all’ingresso in autodromo gratuito ed aperto a tutti.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Epoca e Classiche , pista , epoca , piloti , personaggi famosi


Top