Attualità e Mercato

pubblicato il 30 aprile 2014

Sarolèa SP7: rinasce il marchio belga al TT Zero

Lo storico brand del passato parteciperà al Tourist Trophy per moto elettriche con una moto vintage nello stile e futuristica nei contenuti

Sarolèa SP7: rinasce il marchio belga al TT Zero

Sarolèa è un nome poco conosciuto ai motociclisti più giovani, ma fra i nostalgici ci sarà sicuramente qualcuno che ricorda la Casa belga che produsse moto dagli anni '20 al 1963, quando venne inglobata dalla Gillet cessando la produzione. Il marchio è pronto a rinascere con un progetto nostalgico e futuristico chiamato SP7, una superbike elettrica con il look delle cafe racer di una volta.

VINTAGE FUTURISTICA
Questa moto è un tripudio di tecnologia e materiali pregiati, con il carbonio che domina la scena ricoprendo quasi tutta la moto. Si parte dal telaio che non si limita a reggere motore e batterie ma le ingloba in un'unica struttura monoscocca che parte dal cannotto di sterzo e arriva fino al perno del forcellone. La trazione alla ruota è trasmessa da una classica catena mentre il look è volutamente vintage, con codino cortissimo e ampio cupolone dalla forma tonda e regolare.

La potenza promessa è esagerata: 174 CV con oltre 570 Nm di coppia massima erogata dal motore brushless. Il debutto avverrà al TT Zero, la gara dell'Isola di Man riservata alle moto elettriche, dove sfiderà i "mostri sacri" della categoria come MotoCzysz e Mugen Shinden. Ovviamente l'azienda rinasce con un obbiettivo di produzione per il futuro, quindi si tratta del primo step di un'avventura che riporterà i belgi sul mercato moto con prodotti elettrici all'avanguardia. Per ora osserviamo con interesse le sue prestazioni al TT 2014

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , anticipazioni , emissioni zero , moto elettriche , tourist trophy 2014


Top