Attualità e Mercato

pubblicato il 28 aprile 2014

Autostrade Tedesche: arriva il pedaggio, ma le moto sono esentate

100 euro l’anno per viaggiare in Germania, ma i tedeschi recupereranno il costo sul bollo auto. Le moto saranno esenti

Autostrade Tedesche: arriva il pedaggio, ma le moto sono esentate

Le autostrade tedesche sono considerate un piccolo mito in Italia, sia per l’assenza in buona parte della rete dei limiti di velocità, sia per la qualità del servizio offerto. Chiunque abbia viaggiato in Germania sa che le autostrade lì sono sempre perfette, ampie, dal manto privo di buche e, soprattutto, gratuite. A quanto pare, però, questa pacchia è destinata a finire presto perché il Dipartimento Federale dei Trasporti ha stabilito che molto presto verrà introdotto il pedaggio. La notizia è apparsa su Der Spiegel, in un articolo che fissa a 100 euro la tariffa annuale che sarà applicata a tutti gli automobilisti, attraverso un sistema di vignette sulla falsariga di quello svizzero e austriaco.

MA I TEDESCHI RECUPERANO LA SPESA
Mamma Germania, però, dimostra di avere a cuore i propri cittadini, e infatti il sistema di pedaggi ipotizzato dovrebbe essere a carico dei soli stranieri che, in quanto ospiti sul suolo tedesco, dovranno corrispondere il pedaggio, mentre i cittadini Tedeschi potranno recuperare l’importo scalandolo dalle tasse automobilistiche. Questa logica è assolutamente inconfutabile, e non solo permette alla Germania di lasciare un servizio gratuito ai suoi contribuenti, ma fa sì anche che non ci sia disparità di trattamento tra chi usa le autostrade e chi no.

MOTO GRATIS E SCONTI PER CHI NON INQUINA
Da quanto si apprende, poi, la notizia migliore è che per i motociclisti, anche stranieri, il pedaggio non sarà dovuto, e questo è un altro punto a favore dell’amministrazione tedesca che riconosce che le due ruote consumano l’infrastruttura stradale in misura trascurabile. Questo è un punto molto importante perché costituisce un importante precedente che le associazioni di motociclisti italiane potranno prendere ad esempio nelle loro campagne contro il caro autostrade in Italia.
Ma non basta, su Der Spiegel si legge anche che le auto meno inquinanti avranno uno sconto progressivo in base alla quantità di Co2 emessa, e che le tariffe saranno probabilmente regolamentate con un sistema di vignette acquistabili ai varchi di confine e presso le stazioni di servizio, con durate temporali di 10 giorni, un mese, fino ad un anno intero.

Fonte: Der Spiegel, via Asphaltandrubber.com

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , curiosità


Top